Cerca

Pirlo saluta il Milan: "Mi rimpiangerai" Primo colpo per la Juve, ora Aguero

Da via Turati rinnovo per i senatori Nesta e Inzaghi, no al fantasista.: "Vado via dopo 10 anni. A Torino? Non so"

Pirlo saluta il Milan: "Mi rimpiangerai" Primo colpo per la Juve, ora Aguero
Le strade di Andrea Pirlo e del Milan si dividono. Il fantasista ha reso ufficale il divorzio dal club rossonero, che per 10 anni è stato la sua seconda casa. Da via Turati arrivano invece le riconferme di due senatori come Alessandro Nesta e Filippo Inzaghi. Ancora in dubbio l'olandese Clarence Seedorf. Prolungano la permanenza a Milano anche Marc Van Bommel e il pilastro brasiliano della difesa di Allegri, Thigo Silva.

PIRLO: "MILAN ADDIO" - "Sono qui per i saluti", con queste parole Pirlo ha allontanato i giornalisti che lo attendevano all'ingresso della sede del Milan, dove il centrocampista è arrivato per discutere sul rinnovo del contratto. Rinnovo che non è arrivato: "Dopo 10 anni - ha detto - la mia strada e quella del Milan si dividono, ringrazio la società e i tifosi per l'affetto che mi hanno mostrato in tutti questi anni. Se mi rimpiangeranno? Lo spero". Ma mentre si fanno più insistenti le voci che lo vorrebbero alla Juventus per la prossima stagione, Pirlo taglia corto: "Non lo so. Non ho ancora parlato con nessuno".

GLI ESORDI - Destino atipico, quello del 'genietto' bresciano: dopo l'esplosione in verdissima età nelle file delle Rondinelle nel ruolo di mezzapunta, la sua strada si incrocia con quella dell'Inter dove il suo talento, anziché esaltarsi, finisce rapidamente per disperdersi. E il centrocampista deve ricominciare dalla provincia: prima Reggina, poi Brescia, dove Carlo Mazzone ha la felice intuizione di arretrare la sua posizione in campo. E' nelle retrovie che Pirlo si reimpossessa della bacchetta di direttore d'orchestra, ma manca ancora la consacrazione ad alti livelli: qualcuno inizia a pensare che la sua vera dimensione non siano le Grandi ma le 'piccole'.

IN ROSSONERO - Nel 2001 il Milan lo acquista per 35 miliardi di lire, anche se il suo destino almeno inizialmente sembra essere quello del rincalzo. Invece, dopo un primo anno anonimo, e complice la scelta di Ancelotti di piazzarlo registra arretrato davanti alla difesa, il bresciano esplode. E' la svolta della sua carriera. Pirlo diventa il faro del gioco rossonero e della Nazionale, con cui si laurea campione del mondo nel 2006. E' suo l'assist geniale a Grosso per la rete che spazza via la Germania in semifinale e proietta gli azzurri alla finale trionfale di Berlino. Rimane l'amarezza per la fine dell'avventura milanista. Lo scudetto targato Allegri non lo vede infatti tra i principali protagonisti, complice un'annata tormentata dagli infortuni. Un dettaglio in fondo, perché il posto nell'empireo dei grandi rossoneri Pirlo se lo è assicurato grazie a dieci anni ad altissimi livelli.

INZAGHI RINNOVA - Se Pirlo lascia, un altro storico senatore del Milan rinnova. E' Pippo Inzaghi, che all'uscita dalla sede di via Turati ha detto: "Sono contento di chiudere la carriera qui, anche se non so se sarà il mio ultimo anno di contratto perchè voglio vedere come starò fisicamente. Non avevo particolari pretese - ha proseguito l'attaccante -, il pubblico dell’altra sera mi ha spinto a continuare con questa maglia". Poi "Superpippo" parla dell'addio dell'amico Andrea Pirlo: "Mi dispiace, sono sicuro che ovunque andrà farà bene. La Juventus? Se giocherà lì, spero arrivi secondo dietro il Milan".

JUVENTUS, CAMPAGNA ACQUISTI -
Non solo il profugo del Milan nel mirino di Elkann e compagni. Praticamente sicuro l'arrivo di Antonio Conte dal Siena, il presidente pensa di fargli qualche regalo per la stagione 2011-12, che possa potrare all'atteso rilancio. Oggi a Torino è arrivato Josè Segui agente tra gli altri Momo Sissoko e Sergio Aguero. L’ipotesi che la Juventus stia valutando l’acquisto del giocatore argentino si fa sempre più seria. Peccato che sia suntato un terribile antagonista: il Real Madrid di Josè Mourinho.




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog