Cerca

Il 'mite' Allegri bombarda Mourinho: "Ogni tanto un po' patetico"

Il tecnico del Milan a tutto campo. "Moggi? E' geniale. Pato? Con Barbara è più sereno. Io? Sono un incosciente"

Il 'mite' Allegri bombarda Mourinho: "Ogni tanto un po' patetico"
"Mazzarri, Giampaolo e Conte". Secondo Massimiliano Allegri questi gli allenatori più bravi di lui in Serie A. Con questi tre nomi il tecnico del Milan risponde a una delle tante domande de "Le Iene" in un’intervista che andrà in onda mercoledì sera su Italia1, nell’ultima puntata del programma.

"MOURINHO? PATETICO" - Ma tra battute e non, Allegri ha i bollini pronti per molti dei suoi colleghi. Di se stesso dice che è "il più simpatico. Chi è più bello di me? Leonardo, mentre più stronzo di me non c'è nessuno. Il punto debole di Leonardo? Troppo gentiluomo. Del Neri? Integralista. Spalletti? Pelato. Prandelli? Diplomatico. Mazzarri? Incazzoso". Poi la bomba, o la frecciata, sicuramente non una frecciatina: "Il punto debole di Mourinho? Ogni tanto è patetico. Ripete sempre e continuamente le stesse cose diventa anche banale. Credo che sia molto bravo ma dietro la sua arroganza nasconde delle insicurezze".  

SUI PRESIDENTI... - Ma la sfilza di pareri made-in Allegri non è ancora finita. Tra calciatori, presidenti e allenatori i più ricchi sono "i presidenti", i più arroganti e i più viziati "i calciatori". Si dice che spesso i presidenti fanno le formazioni, Allegri assicura: "A me sinceramente non l’hanno mai fatta Berlusconi non mi ha mai chiamato per suggerirmi chi far giocare, ma se dovesse provarci mi confronterei e gli spiegherei perché faccio giocare uno, perché faccio giocare l’altro".

PATO&BARBARA - Poi c'è tempo anche per il gossip, per parlare della coppia del momento: Pato e Barbara. Il tecnico rossonero non si sbilancia, ma spiega: "Vedo Pato molto più sereno. Faccio a entrambi i miei migliori auguri perché sia una bella storia d’amore. Ci sono giocatori gay? Non lo so, mi rimane difficile dirlo ma ho molto rispetto per i gay". E se un calciatore facesse outing avrebbe problemi nello spogliatoio? "Ma sì..", si limita a replicare Allegri.

"MOGGI GENIALE" - Quindi il capitolo Calciopoli. "E' stata una pagina brutta del calcio. Ma se deve scegliere un aggettivo per definire Luciano Moggi, il toscano propende per "geniale". Perché, spiega, "quello che ha fatto nel calcio è stato qualcosa di eccezionale. Senza di lui un calcio più pulito? Io credo che sia stato sempre pulito. Si strumentalizza un pò troppo".

"IO, UN FOLLE" - Allegri parla anche di sè, della sua vita privata dice di avere "purtroppo solo la terza media" e che a scuola era "più che una pippa. L’istruzione per un calciatore è fondamentale, è un errore che ho fatto nella vita". Mai preso né viagra né droghe e quando era calciatore nessuno gli ha mai offerto nulla per farlo rendere di più. Parola di Allegri che dice che la cosa più sbagliata che ha fatto è "l'aver lasciato la mia ex fidanzata. Mi dovevo sposare, l'ho scaricata due giorni prima del matrimonio. Le ho mancato molto di rispetto. Poi sono arrivato con il Porsche a 270, fa parte del mio carattere. Spero che l'incoscienza mi rimanga, perchè è quella che mi dà la forza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog