Cerca

Contador si gode il Giro: "Ma il 2008 è stato più bello"

Lo spagnolo ha dominato la Corsa Rosa: "L'ho preparata bene, per il Tour vedremo". A Parigi ha ombre da cancellare

Contador si gode il Giro: "Ma il 2008 è stato più bello"
Più Con(quis)tador di così è impossibile. Il Giro d'Italia 2011 va in archivio registrando il dominio del ciclista spagnolo, mai impensierito dalla concorrenza dei galletti di casa, Scarponi e Nibali. Sei minuti e 10 secondi di vantaggio sul secondo, 6'56" sul terzo, un dominio costante in salita e un controllo totale sul resto delle tappe, Alberto Contador può gustarsi il trionfo, per il Tour de France c'è ancora tempo: "Ora penso a godermi questa vittoria poi vedremo. Parlerò con la mia squadra e prenderemo una decisione", ha detto ieri dopo la premiazione a Milano. In realtà, testa e gambe sono già ai Campi Elisi, anche perché c'è da riscattare una vittoria, quella dello scorso anno, macchiata dall'accusa di positività al clenbuterolo: "Quel Tour è mio e nessuno me lo può togliere per nessun motivo". Certo è che se la condizione è quella delle ultime tre settimane, per i rivali sarà dura togliergli quello del 2011. "Sembra che sia stato tutto facile, ma non è stato assolutamente così - ha commentato -. Ho dovuto lavorare tanto per raggiungere questo risultato. Nella prima settimana non potevo sapere quale fosse la mia forma e quella dei miei avversari poi è arrivata la montagna ed è andata meglio. Dedico questa vittoria alla mia famiglia, ai tifosi ed alla squadra che ha avuto molto fiducia in me". Per Contador è stato un bis. La prima vittoria, nel 2008, però non si scorda. "Quel Giro è venuto senza volerlo. Ho corso solo per esigenze di sponsor e volevo fare solo una settimana poi ho visto che stavo andando bene ed ho proseguito. Questa volta invece mi sono preparato bene, ho studiato le tappe prima ed avevo le idee chiare. E' un risultato che mi soddisfa. Sono stati due giri diversi ma quello del 2008 resta il più bel ricordo della mia vita".

GLI ITALIANI - Davani ad una macchina a pedali, c'è poco da fare. Ecco perché agli italiani non rimane che accontentarsi dei posti d'onore. Michele Scarponi, secondo, sorride: "Io e Vincenzo (Nibali, terzo, ndr) abbiamo combattuto fino ad oggi e siamo entrambi soddisfatti". Il corridore della Lampre ha poco da recriminare. "Dopo l'Etna ho accusato un po' il colpo, poi ho corso meglio ma Alberto ha dimostrato di essere il più forte e non sarebbe stato facile attaccarlo".

La classifica finale del Giro d'Italia 2011

1) Alberto Contador 84h05'14"
2) Michele Scarponi +6'10"
3) Vincenzo Nibali +6'56"
4) John Gadret +10'04"
5) Joaquin Rodriguez +11'05"
6) Roman Kreuziger +11'28"
7) José Rujano +12'12"
8) Denis Menchov +12'18"
9) Steven Kruijswijk +13'51"
10) Kanstantsin Svitsov +14'10".

159) Jos Van Emden +4h49'15".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog