Cerca

Segni di vita del dottor Rossi: secondo con la nuova Ducati

Sono soltanto prove libere, ma una frase fa ben sperare: "Ora mi diverto". Nuova moto sviluppata dal Vale, e non da Casey Stoner

Segni di vita del dottor Rossi: secondo con la nuova Ducati
Segnali di vita dal dottor Rossi. Valentino ha voluto tagliare i tempi e portare in pista, subito, la nuova versione della Ducati su cui ha lavorato direttamente: il modello che stava regalando soltanto lacrime e dolori era quello sviluppato da Casey Stoner. Col nuovo bolide, così, il dottore, si è piazzato al secondo posto, dietro a Simoncelli e davanti proprio a Stoner, nelle prove libere di Assen, il suo circuito preferito.

"Ora mi diverto"
- Certo, è troppo presto per trarre delle conclusioni. Le libere, poi, sono state concluse prima del tempo a causa del fiume d'olio riversato sull'asfalto dalla Suter di Alex Baldolini: i tecnici non sono riusciti a ripulire la pista. Ma c'è una frase che fa pensare che Valentino Rossi abbia ritrovato l'entusiasmo e la fiducia nel mezzo meccanico: "Ora mi diverto. Con la Gp11 - ha aggiunto - c'erano problemi non risolvibili solo con la messa a punto. Questa moto si guida decisamente meglio". La vecchia Ducati, ha proseguito il dottore, era stata sviluppata da Stoner "lungo una via errata. Vorrei battere Casey - ha concluso il Vale -. Ora è lui il pilota di riferimento".

Le quote dei bookmaker
- Il dottore, insomma, è arrivato a un bivio: ad Assen è arrivato secondo nelle libere con la moto studiata per il 2012. Ora è il momento in cui può raddrizzare una stagione cominciata male. Per lui ancora nessun successo in bacheca e anche i bookmaker si interrogano sul suo futuro: si parte, appunto, dalla possibilità che il Dottore riesca a centrare almeno una vittoria in sella alla Ducati. Fiducia a metà dai quotisti della sigla anglosvedese Unibet, come riporta Agipronews, che bancano almeno un centro stagionale per Rossi a 3,50, facendo scendere a 1,25 la possibilità che Valentino chiuda questo campionato senza vittorie. Nonostante le quote per questa stagione siano "dure" (il mondiale piloti è a 9,00), i bookmaker credono che Rossi non mollerà la presa e scenderà ancora in pista con la Ducati: il suo ritiro dalle corse è a 3,00 contro l'1,35 per un altro anno a due ruote.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beylerbey

    24 Giugno 2011 - 14:02

    Ti stiamo aspettando, sappiamo che non mollerai mai e che fino all'ultimo lotterai per la vittoria. Un augurio sincero, volgiamo rivederti ancora sul gradino più alto del podio, quello è il posto che ti spetta ma non di diritto, ma per l'anima, il cuore ed un poco di "sana pazzia" che da sempre metti in pista ogni volta che sali in moto. Vai "dottore", noi siamo con te. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • uldebass

    24 Giugno 2011 - 14:02

    forse non lo abbiamo capito ma il migliore è sempre lui, semplicemente ha preso in mano una moto inguidabile, troppo diversa dal suo stile di guida. Lo ha detto a più riprese che puntava a sviluppare una buona moto per l'anno prossimo e sono sicuro che ci divertiremo. PS se avesse lui in mano la Honda di Stoner darebbe la polvere a tutti...

    Report

    Rispondi

blog