Cerca

Per la Figc titolo è dell'Inter. Calciopoli, sentenza corretta?

Scudetto 2006, per prescrizione archiviata posizione nerazzurri. Ma non è detta l'ultima parola / Videocommento Biasin / Sondaggio

Per la Figc titolo è dell'Inter. Calciopoli, sentenza corretta?
Lo scudetto del 2006 "deve restare" all'Inter. Il titolo assegnato a tavolino dopo Calciopoli "non deve cambiare" padrone. La procura della Figc, infatti, ha chiesto l'archiviazione dell'esposto presentato dalla Juventus che ne chiedeva la revoca e la non assegnazione. Secondo la Procura federale, infatti, non ci sono fattispecie di rilievo disciplinare: "Esaminati gli atti dell'indagine inerente alle trascrizioni delle conversazioni telefoniche depositate presso il Tribunale di Napoli nel noto processo penale in corso di svolgimento - spiega il procuratore federale, Stefano Palazzi -, ed espletata la conseguente attività istruttoria in sede disciplinare" viene disposta "l'archiviazione del procedimento, non essendo emerse delle risultanze istruttorie e dai contatti telefonici in atti fattispecie di rilievo disciplinare procedibili, non coperte da giudicato ovvero non prescritte ai sensi dell'articolo 18 del C.G.S. vigente all'epoca dei fatti".

Secondo voi lo scudetto 2006
 deve rimanere all'Inter o non deve essere assegnato?
Votate il sondaggio e commentate questo articolo
per farci sapere la vostra opinione

Guarda il videocommento di Fabrizio Biasin

Partita ancora aperta - La procura federale ha così archiviato, ai fini della giustizia sportiva, l'esposto presentato dalla Juventus. Ora, la decisione se togliere o meno lo scudetto 2006 ai nerazzurri dipenderà in primo luogo dalla relazione della procura: se non dovessero emergere reati sportivi di alcun tipo, l'attribuzione del tricolore non sarebbe in discussione. Se, al contrario, emergessero reati sportivi prescritti, la decisione ritornerebbe al Consiglio federale, che dovrà decidere se revocare o meno. La relazione di Palazzi perverrà il 5 luglio ai membri del Consiglio Federale: il prossimo 18 luglio sarà oggetto di discussione.

Il presidente
- Massimo Moratti, a chi gli domandava se ritenesse un punto a favore del suo club l'archiviazione per prescrizione del fascicolo di Calciopoli, ha risposto: "Sembra di sì, ma non ho ancora letto, per cui non posso dire assolutamente nulla".

Le altre persone coinvolte - Sono stati rescritti anche tutti gli altri potenziali reati sportivi nei confronti degli altri soggetti coinvolti. Dunque, con provvedimento a parte, è stata disposta l'archiviazione degli atti: 1. nei confronti del presidente del Palermo sig. Maurizio Zamparini e della Società Palermo: perchè non sussistono fatti di rilevanza disciplinare con riferimento alla condotta del presidente medesimo. 2. nei confronti del sig. Roberto Zanzi, all'epoca dei fatti, dirigente dell'Atalanta e della societá Atalanta: perchè non sussistono fatti di rilevanza disciplinare. 3. nei confronti del sig. Massimo De Santis, all'epoca dei fatti, arbitro internazionale della Can A e B: perchè non sussistono fatti di rilevanza disciplinare. 4. nei confronti del presidente del Cagliari sig. Massimo Cellino e della societá Cagliari: perchè non sono emerse fattispecie di rilievo disciplinare non prescritte ai sensi dell'art. 18 C.G.S., vigente all'epoca dei fatti. 5. nei confronti del presidente del Chievo sig. Luca Campedelli e della societá Chievo Verona: perchè non sono emerse fattispecie di rilievo disciplinare non prescritte ai sensi dell'art. 18 C.G.S., vigente all'epoca dei fatti. 6. nei confronti del sig. Rino Foschi all'epoca dei fatti, dirigente del Palermo e della societá Palermo: perchè non sono emerse fattispecie di rilievo disciplinare non prescritte ai sensi dell'art. 18 C.G.S., vigente all'epoca dei fatti, con riferimento alla condotta del dirigente medesimo. 7. nei confronti del sig. Luciano Spalletti, all'epoca dei fatti, allenatore dell'Udinese e della societá Udinese: perchè non sono emerse fattispecie di rilievo disciplinare non prescritte ai sensi dell'art. 18 C.G.S., vigente all'epoca dei fatti. 8. nei confronti del sig. Sergio Gasparin, all'epoca dei fatti, dirigente del Vicenza e della societá Vicenza: perchè non sono emerse fattispecie di rilievo disciplinare non prescritte ai sensi dell'art. 18 C.G.S., vigente all'epoca dei fatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • p.giorgio

    01 Luglio 2011 - 21:09

    ma a me sinceramente non interessa a chi andrà quel titolo, perchè non cambierebbe nulla. La cosa che mi rattrista è la lentezza della giustizia sportiva(?), che ha fatto decadere il "reato". Se avesse deciso 15 giorni prima, non sarebbe intervenuta la prescrizione. Che schifo! Comunque, se paragonata alla pseudo giustizia ordinaria, quella sportiva ha un merito: aver concluso, o quasi, un'inchesta in soli 5 anni, mentre quella ordinaria, di solito, ne impiega il doppio o il triplo, a meno che non siano chiamati in causa imputati "eccellenti". Meglio in ogni caso una prescrizione per uno scudetto, piuttosto che la liberazione di un mafioso o assassino per scadenza dei termini e/o per non aver depositato in tempo utile le motivazioni della sentenza (record mondiale - Italia- 8 anni). Ma ai giudici, tutti i giudici, omnia licet.

    Report

    Rispondi

  • 222 a.C.

    01 Luglio 2011 - 18:06

    C'è una cosa che accomuna gli strisciati bianconeroazzurirossoneri...in maniera piu' o meno palese hanno abusato della loro posizione dominante: non bastava vincere ma bisognava essere sicuri di vincere..... Juve e Milan hanno pagato, poco, ma hanno pagato.... sull'Inter stendiamo un velo pietoso... Mi chiedo: ma le altre squadre arrivate seconde o terze e non per demeriti propri...chi le risarcisce del maltolto?

    Report

    Rispondi

  • Baronedel Carretto

    01 Luglio 2011 - 17:05

    Guido Rossi? Il miglior giocatore dell'Inter degli ultimi 10 anni.

    Report

    Rispondi

  • KING KONG

    01 Luglio 2011 - 15:03

    chiedere a berlusconi....per il resto rosica....e ringrazia che non vi hanno radiati

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog