Cerca

Sull'erba di Wimbledon giorno di gloria della Kvitova: vince e fa naufragare il sogno della bella Sharapova

Maria non riesce a bissare il successo del 2004. Pioggia di break, finisce in due set: 6-3, 6-4

Sull'erba di Wimbledon giorno di gloria della Kvitova: vince e fa naufragare il sogno della bella Sharapova
Maria Sharapova ha visto naufragare il sogno di vincere nuovamente il torneo di Wimbledon dopo il successo nel 2004: in finale è stata superata dalla ceca Petra Kvitova in due set, 6-3 6-4. Per la 21enne vincitrice è il primo Grande Slam in carriera. La Kvitova, che era alla sua prima finale in un torneo del Grande Slam, è la terza tennista ceca che s'impone nella storia del torneo femminile di Wimbledon dopo Martina Navratilova, vincitrice nove volte sull'erba del campo centrale, e Jana Novotna.

Una pioggia di break -
La 21enne nata a Bilovec ha così fatto centro alla  prima finale della carriera in un appuntamento dello Slam. Il trionfo  è arrivato nel match caratterizzato da una pioggia di break: 8 su 19 game. I primi due giochi della sfida, vinti contro la battuta, hanno trasformato sin dall’inizio il servizio in un handicap e non in un  vantaggio. La ceca ha cambiato marcia sul 2-2. Ha cominciato a sparare colpi vincenti (6 nel primo parziale e 19 in totale) contro una rivale penalizzata da troppe imprecisioni soprattutto nella frazione  iniziale.

Gli errori di Maria - La Sharapova si è impantanata tra 8 errori gratuiti e 4 doppi falli, compreso quello con cui ha regalato il primo set: 6-3 per la   Kvitova in 40'. Il copione non è cambiato all’inizio del secondo parziale: Sharapova ancora in tilt e break in apertura concesso   all’avversaria. Con le spalle al muro, la siberiana è riuscita a rimanere in partita sfruttando almeno un paio di clamorose ingenuità   della rivale. Tra un break e l’altro (5 su 7 game e ben 4 consecutivi), la Kvitova ha rimesso la testa avanti con il 4-3. Ha tenuto con fatica la  battuta per salire 5-4 e, nel decimo gioco, ha completato l’impresa. Ha trasformato il primo dei 3 match point con l’ace numero 1 della sua  giornata: 6-3, 6-4 in 1h26'.

Le vittorie della Kvitova - La neocampionessa di Wimbledon, che da domenica occuperà la settima posizione nel ranking Wta, ha conquistato il quinto titolo della carriera e il quarto di uno strepitoso 2011. Prima dell’exploit all’All England Club, aveva fatto centro sul cemento di   Brisbane, sul sintetico indoor di Parigi e sulla terra battuta di Madrid. Nel curriculum stagionale, anche le finali perse sulla terra rossa di Praga e, tre settimane fa, sull'erba di Eastbourne. La Sharapova ha perso la chance di vincere Wimbledon per la seconda volta  dopo il successo del 2004. La 24enne 'Mashà è ferma a 23 titoli in   carriera e l’unico acuto del 2011 rimane il trofeo conquistato sulla terra rossa del Foro Italico a maggio. Dopo la semifinale raggiunta al  Roland Garros, le prestazioni offerte a Wimbledon hanno però   confermato che la russa, dopo il calvario per i problemi alla spalla, è tornata al top.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog