Cerca

Inter, ultimo sfogo di Leonardo "Io non ho tradito nessuno"

L'ex allenatore nerazzurro: "Con il Psg ho iniziato a trattare tre giorni fa. Il presidente mi ha incoraggiato. Per me è com un padre"

Inter, ultimo sfogo di Leonardo "Io non ho tradito nessuno"
Leonardo appare un po' confuso nel raccontare la verità sull'ultimo agitatissimo mese della sua vita, tra mercato e addio all'Inter. Il suo, ci tiene a spiegare, "non è stato un tradimento" ai nerazzurri. Anche perché, rivela, la trattativa con il Psg è tutt'altro che conclusa: "Mi aspettavano a Parigi? Ma per cosa? Io non ho ancora firmato nulla".

"Moratti come un padre" - La trattativa con il Paris Saint Grmain, comunque, ha ricevuto il via libera di Moratti. "E' stato un mese agitato - ha spiegato l'ex tecnico dell'Inter -, anzi due anni agitati". "Il giorno 6 o 7 giugno - ha continuato - sono stato invitato dai nuovi proprietari del Psg, un club con cui ho un forte legame, poco dopo la vittoria in Coppa Italia e quando avevo già organizzato la prima riunione con Moratti per pianificare la prossima stagione". Leonardo spiega di aver inizialmente rifiutato l'incontro con i dirigenti del Psg, ma che di fronte all'insistenza del club transalpino ha deciso di parlarne con il patron nerazzurro. "L'ho detto a Moratti, e lui mi ha trattato come un padre tratta il figlio. Mi ha detto 'per te è una cosa bella'. Non mi ha bloccato, anzi: mi ha messo nella condizione di considerare quella opzione, che io continuavo a escludere".

Il nodo-Gasperini - Poi i giorni si fanno ancora più agitati, viene fuori la voce della telefonata di Moratti a Bielsa. "Si era creata una situazione molto complicata, che io non go voluto commentare. Io non ho mai trattato con il Paris Saint Germain fino a tre giorni fa. Io ero a disposizione dell'Inter fino alla firma di Gasperini, tanto che due volte Moratti ha detto che sarei anche potuto respare. Ma poi mi ha detto: 'Non ti voglio mettere nella centrifuga'. Non c'è stato nessun tradimento - ha voltuo ribadire Leonardo -, e non c'è ancora nessun accordo con i francesi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frabelli

    07 Luglio 2011 - 21:09

    Sembra un uomo in piena confusione, che non sa cosa fare, dove andare, con chi stare. Ringrazia Moratti dopo essere stato per tredici anni al Milan, andandosene per dissidi col presidente (ma prima tutto bene?), arriva all'Inter definendosi orgoglioso, alla fine del campionato... saluta. Un uomo che è meglio perdere che tenere.

    Report

    Rispondi

blog