Cerca

Moggi, Corte Figc conferma radiazione: "Non mi arrendo"

La Corte di giustizia federale ha respinto il ricorso dell'ex direttore generale della Juventus, di Giraudo e di Mazzini

Moggi, Corte Figc conferma radiazione: "Non mi arrendo"
La Corte di giustizia federale della Figc ha respinto il ricorso dell'ex dg della Juventus Luciano Moggi: la radiazione inflittagli dalla federcalcio è confermata. Respinti i ricorsi anche di Antonio Giraudo, ex a.d. della Juve, ed Innocenzo Mazzini, che è stato vicepresidente federale, anche loro radiati.

La Corte di Giustizia ha quindi confermato quanto stabilito il 15 giugno scorso dalla Disciplinare, che aveva radiato Moggi, Giraudo e Mazzini. Venerdì, c'era stato il dibattimento, durato tre ore e mezza, poi la Corte si era ritirata in camera di consiglio. La decisione  della Corte di giustizia "non ci meraviglia". L'espressione è usata da uno dei difensori di Moggi, l'avvocato Maurilio Prioreschi, che spiega: "Sono sentenze scritte prima, figlie di norme che non consentono di difendersi". "La giustizia sportiva - dice ancora Prioreschi - giudica le persone sulla base di sentenze rese. Ci si può difendere da fatti contestati e non da sentenze. E' un mostro giuridico e ci auguriamo che prima o poi la giustizia ordinaria spazzi via questo modo vergognoso di operare nel settore sportivo". L'impressione è comunque che questa vicenda non finirà qui, visto che Moggi ha ribadito di essere intenzionato a percorrere tutti i gradi di giudizio, "fino alla Corte europea dei diritti dell'uomo a Strasburgo, passando per l'Alta Corte del Coni, Tar e Consiglio di stato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pepo

    12 Luglio 2011 - 09:09

    Io se fossi juve,milan ed inter sarei felice di essere stato intercettato solo un anno e di aver messo in gioco solo uno scudetto,perche' e' riduttivo pensare che chi ha agito cosi' in quell'anno non avesse lo stesso modus operandi sia prima che dopo il 2006. Ringraziate che anni fa non c'erano telefonini da interccettare altrimenti di scudetti ne avresti vinti molti ma molti pochi.Ringraziate che grazie a questo modo di vincere avete creato piu' tifosi ed avete incassato piu' soldi che vi hanno permesso di essere sempre tra i primi.

    Report

    Rispondi

  • KING KONG

    11 Luglio 2011 - 12:12

    sono quelli come e che non cambieranno mai.....guido rossi non ha dato nulla all'inter....i "pezzi pregiati" moratti li ha pagati il giusto valore....il trave nell'occhio ce l'hanno quelli come te che sono solo capaci di dire "colpevole uno colpevoli tutti"....forse per questo la iuve resterà senza vittorie ancora per tanti anni.....forse per questo il milan ha messo un signor nessuno a fare il lavoro sporco e di conseguenza a salvarsi dalla fine fatta dalla iuve....per quelli come te esistono magistrati di sinistra e pres del consiglio onesti....salutami il bianconiglio quando lo vedi

    Report

    Rispondi

  • vaipino

    09 Luglio 2011 - 17:05

    Moggi è stato un personaggio di cui si poteva farne volentieri a meno, è pacifico che ha truffato imbrogliato creato un sistema per il quale i valori in campo non erano quelli sportivi e per questo ha pagato (poco) . Poi un giorno arrivo Guido Rossi noto tifoso interista di area PD e in un battibaleno assegnò lo scudetto all'Inter e contemporaneamente spedì in una specie di purgatorio le dirette concorrenti le quali non potendo fare una adeguata campagna acquisti , diedero a Moratti l'opportunità di accappararsi i pezzi pregiati del mercato senza nessuna concorrenza.(metodo Di Pietro-tangentopoli) Dopo le ultime vicende l'Inter si ritrova uno "scudetto con postilla" che nel palmares interista da più fastidio di un trave in un occhio. Io direi di lasciare li tutto, scudetto e postilla da una parte e la radiazione di Moggi dall'altra a ricordo di una vergogna tutta Italiana.

    Report

    Rispondi

blog