Cerca

Josè Mourinho si candida per la guida del Portogallo. Quella politica: "Siamo stanchi di essere spazzatura"

Lo Special One parla da capopopolo: "Abbiamo il diritto di sapere quali problemi affronteremo, dobbiamo stare uniti"

Josè Mourinho si candida per la guida del Portogallo. Quella politica: "Siamo stanchi di essere spazzatura"
Josè Mourinho non si smentisce mai. Il tecnico di Setubal dimostra ancora una volta di meritarsi il sopranome di Special One ma, in questo caso, non per qualche titulo conquistato con il suo Rael, bensì per le dichiarazioni fatte nei confronti della classe politica portoghese. L’ex interista in un’intervista rilasciata all’emittente Rpt ha criticato pesantemente l’operato della classe dirigente lusitana: "Il popolo portoghese è un po’ stanco di essere ingannato, ha diritto di sapere quali problemi dovrà affrontare». Josè ha rilevato poi che nello spogliatoio del Real, vista l’ampio numero di giocatori provenienti dal Portogallo (Cristiano Ronaldo, Pepe, Fabio Coentrao e Ricardo Carvalho, oltre ai membri dello staff tecnico Rui Faria, Josè Morais e Silvino Louro), si discute  spesso della crisi socio-politica che attanaglia il paese iberico: "Tra noi commentiamo la situazione politica, economica e sociale del paese. Siamo scesi al livello spazzatura", poi continua Mou: "Solo con con l'impegno di tutti, classe politica e popolo, riusciremo a risollevarci". In conclusione poi manda un messaggio al governo di Lisbona: "Difenda i cittadini e difenda il Portogallo quando dall'esterno arrivano critiche infondate. Un paese – osserva - è un po' come una squadra, con individui diversi per razza, formazione, opinioni. Per questo, la verità è fondamentale. Grazie alla verità si crea empatia, in questo modo è più facile essere uniti nei momenti positivi e negativi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog