Cerca

Calcioscommesse, il Chievo patteggia: 80mila euro

Via al processo sullo scandalo del pallone. I veronesi pagano per il coinvolgimento di Bettarini. Micolucci, stop di 14 mesi

Calcioscommesse, il Chievo patteggia: 80mila euro
Il processo sullo scandalo del calcio-scommesse inizia oggi, ma non per il Chievo. Il club veronese ha patteggiato un'ammenda di 80mila euro per responsabilità oggettiva per violazione del divieto di scommesse da parte del tesserato Stefano Bettarini. Una richiesta, quella dei clivensi, accettata dalla disciplinare della Figc e dal procuratore federale Stefano Palazzi. Il Chievo ha anche inoltrato la richiesta che l'ammenda possa essere devoluta in beneficenza. La Commissione disciplinare ha espresso parere favorevole al riguardo, ma ha dichiarato la propria incompetenza in materia. Oltre al Chievo ha trovato un accordo anche il difensore dell'Ascoli, Vittorio Micolucci, sulla base di 14 mesi di squalifica. Palazzi ha ritenuto utili ai fini dell'indagine le dichiarazioni rilasciate dal calciatore e il patteggiamento è stato accettato dalla commissione. Respinte dal collegio giudicante, invece, le richieste presentate da Claudio Furlan (Portogruaro) e da Federico Zaccanti (Virtus Entella).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog