Cerca

Quanti sprechi per l'Udinese, bella ma ko. Vince l'Arsenal

Preliminari di Champions League, pagelle di Libero. Colpiti a freddo da Walcott, i friulani sfiorano più volte il pareggio

Quanti sprechi per l'Udinese, bella ma ko. Vince l'Arsenal
Vince l’Arsenal (1-0), ma gioca quasi solo l’Udinese. E che Udinese da sballo, veloce, organizzata, coraggiosa. La squadra di Guidolin compromette il match dopo soli 4 minuti, una beffa. Palla a Ramsey che crossa per Walcott, deviazione da due passi e rete. Unoazero. La reazione dei bianconeri è immediata: Di Natale calcia a giro una punizione al 12’, traversa. Ancora friulani al 26’, con Armero che va via tutto solo, ma la conclusione è parata. L’Udinese punge ancora a inizio ripresa (48’): Armero per Di Natale, che tutto solo tira addosso al portiere. C’è solo la squadra di Guidolin, ma Handanovic evita la beffa al 90’: miracolo su Walcott. La sfida di ritorno si giocherà mercoledì prossimo.

UDINESE (4-1-4-1)

Handanovic 7
:  sorpreso dal gol, nel senso che ancora non era quasi nemmeno arrivato in porta. Parata miracolosa all’ultimo minuto.

Ekstrand 6.5
:  gioca molto bloccato e controlla Walcott (il gol lo segna dall’altra parte) senza affanni. Poi prende coraggio e aiuta a spingere.

Benatia 6.5:  alterna chiusure da applausi, clap clap, a giocate rischiose. Quando ha spazio, si sgancia ed è pericoloso.

Danilo 6:  tiene in gioco Ramsey  sul gol dell’Arsenal, ma è questione di centimetri. Poi lotta e non sbaglia quasi più nulla.

Neuton 7:  quando parte in progressione è impossibile fermarlo senza fare fallo. Quando difende è difficile andargli via. Tradotto, dalla sua parte non si passa: è la legge di Neuton (dal 60’ Pasquale 6: corse e spinta).

Badu 6.5:  medianone davanti alla difesa, pressa tutti e picchia. E, chissà come, trova fiato anche per provare a fare gioco. Inesauribile.

Isla 7.5
:  su e giù a destra, si inserisce sempre e con i tempi perfetti. Un incubo per Gibbs.

Pinzi 7:  fa gioco e dà geometrie, ma anche dribbling e inserimenti. Fondamentale per il centrocampo bianconero, per qualità e quantità.

Asamoah 6:  passo svelto e tanto fiato. Ma spreca un po’ troppo. A inizio gara potrebbe servire Armero, ma vuole fare tutto da solo e si ingarbuglia.

Armero 7.5:  fa male all’Arsenal, sempre, ogni volta che accelera. Si inventa un contropiede meraviglioso e, tutto solo, corre fino nell’area piccola: la conclusione però è parata. Nella ripresa regala una palla gol da manuale a Di Natale.

Di Natale 5.5:  ci prova in tutti i modi, ma in nessun modo ha fortuna. Punizione: traversa. Pallonetto: parata. Tiro in contropiede: fuori bersaglio. Non è da lui.

ARSENAL (4-2-3-1)

Szczesny 6.5:  sicuro e di personalità.

Sagna 6.5:  corsa e tackle.

Koscielny 5:  soffre i tagli da dietro.

Vermaelen 5.5:  in affanno su Di Natale, ma bravo nei recuperi.

Gibbs 5: 
soffre Isla. Troppo (dal 56’ Djorou 5.5: viene schiacciato all’indietro dal pressing bianconero).

Song 6.5:  falcata da centometrista e grinta da mediano.

Ramsey 6.5:  l’assist per il gol è un mix di tecnica e intelligenza.

Gervinho 5.5:  tante finte, tanti dribbling. Ma poca sostanza.

Rosicky 5.5: 
equilibrio tattico, ma incide poco.

Walcott 6.5:  progressione e tocco felpato sotto porta. Gran gol.

Chamakh 5.5:  molto lavoro da centravanti spalle alla porta. Ma gioca solo per gli altri e alla lunga non serve.

di Alessandro Dell'Orto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog