Cerca

Galliani bacchetta i calciatori "Scioperino tutta la vita"

Nodo è la 'supertassa': Paperoni del pallone dovranno pagarla. L'ad: "Non le società. Questione su cui non transigo"

Galliani bacchetta i calciatori "Scioperino tutta la vita"
La manovra anti-crisi del governo tocca anche il calcio. Ovvio, visto che i 'Paperoni' del pallone guadagnano ben più di 90mila euro lordi l'anno: quindi dovranno pagare il cosiddetto contributo di solidarietà. E, altrettanto ovvio, si è scatenata la querelle: ma chi la paga la supertassa? I giocatori oppure le società? Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, non ha dubbi: "Non abbiamo paura che il campionato si fermi: se è necessario aspettiamo anche sino a dicembre. Del resto pure negli Usa il basket sta correndo questo rischio per una vertenza con i giocatori della Nba".

"Scioperino pure tutta la vita"
- "Ho sentito un bel po' di presidenti - continua Galliani parlando a La Stampa -, e c'è l'idea diffusa di non darla vinta ai giocatori su questa vicenda del prelievo fiscale". Tradotto: la supertassa la pagano loro. Venerdì è in programma un'assemblea di Lega della Serie A: l'argomento principale sarà prorpio il decreto all'esame del Parlamento. Galliani si prepara allo scontro: "Qualunque cosa ci sia scritto sulla manovra del Governo sul contributo di solidarietà, anticipo che per noi graverà al 100% sui calciatori. Se non sarà così facciano lo sciopero tutta la vita. E' un aspetto - puntualizza - sul quale non si transige. E' una tassa che pagheranno loro e non le società. Questa cosa - ha concluso - va al di là dei contratti, del netto e del lordo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blau0

    17 Agosto 2011 - 21:09

    Bravo Galliani, non devi cedere con questi cocchi della pedata e tanto meno con certi tuoi colleghi "strabici" che guardano a sinistra e quindi sono già pronti ad assecondare i loro cucciolotti dai milioni facili.

    Report

    Rispondi

  • zuniariu

    17 Agosto 2011 - 18:06

    giusto la paghino i calciatori... lavorano per l'azienda Milan, Juventus, Inter ecc.... così come un normale dirigente lavora x L'azienda X... e nn mi risulta che X pagherà tale contributo al suo dipendente... altrimenti nn chiedano nemmeno di essere trattati da lavoratori... ma da GRANDI VIZIATI QUALI SONO!!

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    17 Agosto 2011 - 12:12

    Questa tassa la devono pagare i giocatori, non le società, indipendentemente dal contratto e da tipo i ingaggio che hanno.

    Report

    Rispondi

blog