Cerca

Il calcio italiano è più povero: Eto'o un giocatore dell'Anzhi

Terminata la telenovela: il centravanti va in Russia. Visite mediche mercoledì a Villa Stuart. Summit decisivo di soli 45 minuti

Il calcio italiano è più povero: Eto'o un giocatore dell'Anzhi
La telenovela di un calciomercato povero per l'Italia si è ufficialmente conclusa. Il risultato? Il calcio italiano è ancora più povero. Adesso è ufficiale: Samuel Eto'o è un giocatore dell'Anzhi. Nella tarda mattina di martedì i dirigenti della squadra del Daghestan sono atterrati nuovamente a Milano, e nel pomeriggio hanno concluso l'affare. Il camerunense va a giocare in Russia e scrive un nuovo record: con un contratto da 20,5 milioni netti a stagione diventa il giocatore più pagato nella storia del calcio. Le visite mediche sono in programma per mercoledì a Roma, a Villa Stuart.

Ultima riunione lampo - Il vertice decisivo è durato poco più di trenta minuti: la fumata bianca alle 17.25. Il consulente di mercato dell'Anzhi, German Tkachenko, uscendo dallo studio di Rinaldo Ghelfi, vicepresidente dell'Inter, ha spiegato: "Abbiamo scelto Eto'o perché è un giocatore fantastico. Rimangono solo delle piccole formalità, problemi che verranno risolti domani. Ma abbiamo concluso la trattativa. Tra 45 minuti ci sarà un comunicato ufficiale". La riunione che ha sancito la fine della trattative fiume era iniziata alle 16.50. Una manciata di minuti prima la delegazione della squadra del Daghestan, insieme all'agente Claudio Vigorelli, era arrivata all'Hotel Four Season, dove è stata firmata la 'separazione' tra il centravanti e i nerazzurri di Massimo Moratti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Franco Giunta

    24 Agosto 2011 - 10:10

    Non è rimasto più niente solo il denaro. Eto'o diventerà un calciatore anonimo, sconosciuto all'Europa e all'America, ma con tanti soldi. Ma cosa se ne fa Eto'o di tutti quei soldi in un paese come il Camerun ??? Diventerà presidente dello stato .... poveri cemerunesi ....

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    24 Agosto 2011 - 05:05

    Che vada dove vuole,vedrà che in Russia con tutta quella neve che c'è sarà molto visibile.Basta che si levi dalle palle lui e tutti i suoi miliardi che gli danno.Prima di diventare un divo,mi sa tanto che al suo paese non aveva nemmeno gli occhi per piangere e la miseria la tagliava con il grissino se ce lo aveva.30 milioni a stagione...per 3 anni.Bel guadagno riuscire a tirare 4 calci ad un pallone...e farsi notare...altro che andare a lavorare in Africa e starsene via per mesi e mesi E RISCHIARE LA PELLE per un pezzo di pane.Gente cosi' mi fa schifo.

    Report

    Rispondi

  • roby347

    23 Agosto 2011 - 19:07

    meno male che se ne è andato via dall'Italia ! Forse ora con tutti quei milioni potra' pagare gli alimenti al figlio che non vuol riconoscere ! Bravo E'TOO!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • casteddaiu

    23 Agosto 2011 - 18:06

    Peccato, è un giocatore che dava lustro al nostro calcio. Il campionato ne esce impoverito. Parola di tifoso che ama il bel gioco. E non sono interista!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog