Cerca

Esce Totti, la Roma va fuori E-League, fischi a Luis Enrique

Per i giallorossi solo 1-1 contro lo Slovan: è eliminazione. Capitano sostituito con Okaka, tifosi contestano. Lazio ok: 3-1

Esce Totti, la Roma va fuori E-League, fischi a Luis Enrique
Crolla la Roma. Dopo il Palermo, i turni preliminari di Europa League sono fatali anche ai giallorossi. Nell’ex Uefa giocheranno così solo Lazio (3-1 in Macedonia) e Udinese (eliminata dall'Arsenal nei preliminari di Champions). Lo Slovan raggiunge il pareggio a 7’ dalla fine, dopo il successo a Bratislava per 1-0. Luis Enrique sostituisce Totti - tra i fischi dell’Olimpico - e arriva il pari degli slovacchi. Il gol che avrebbe portato ai supplementari era arrivato subito: angolo dalla sinistra di Totti, Perrotta arriva sul secondo palo  in spaccata e infila. Tante occasioni per metà del secondo tempo, poi la Roma cala. E crolla senza Totti.

Le pagelle di Vanni Zagnoli

ROMA (4-3-3)

Stekelenburg 6: Solo una parata, non difficile, nel primo tempo, al 37’. Incolpevole sulla rete del “ko”.
Cicinho sv: La sua partita finisce immediatamente, per problemi muscolari (dall’ 8’ pt Rosi 5.5: Una buona azione sul finire di primo tempo, palla sull’esterno della rete. Il pari arriva dalla sua parte).
Cassetti 5: Si adatta a fare il centrale, non è il suo ruolo. Difatti scivola sul contropiede decisivo. Quel traversone dalla sinistra era prendibile.
Burdisso 6: In difesa la Roma concede poco, gli slovacchi non pungono.
Jose Angel 6.5: Un paio di iniziative interessanti prima dell’intervallo, vuole essere protagonista. Impreciso il sinistro del possibile 2-0 dopo quasi un’ora. Concede una chance per l’1-1 a metà secondo tempo.
Simplicio 5: Si vede poco, tra i più indietro. Impreciso al tiro, sparisce come tutti nel momento del bisogno.
Viviani 5: Anonimo contributo, si limita a girare la palla. Perde lucidità nel finale, quando la Roma fatica trovare spazi. Doveva essere sostituito.
Perrotta 6.5: Un gol in avvio e generosità degna di un campione del mondo. In debito di ossigeno negli ultimi minuti.
Totti 6.5: Due buone giocate non andate a buon fine per centimetri, nel primo tempo. Alla ripresa si presenta con un destro a uscire, parato. Resta a 37 gol europei. Esce in anticipo, era stato il migliore per fantasia e continuità. La sostituzione per Okaka è autolesionistica. “Un capitano, c’è solo un capitano”, urla il pubblico per solidarizzare con lui. Va direttamente negli spogliatoi, persino De Rossi in tribuna è perplesso (dal 29’ st Okaka sv: Poco tempo per incidere, aiuta solo Bojan nell’azione del 2-1 mancato).
Caprari 6.5: Molto attivo, due palle gol interessanti nel secondo tempo, deve migliorare nelle conclusioni. Considerati i 18 anni, è davvero promettente. Piace a sir Alex Ferguson (dal 24’ st Verre 5.5: È del ’94, viene considerato un fenomeno. Tra qualche anno forse lo diventerà).
Bojan 5: Era ai margini del Barcellona, a neanche 20 anni ha già vinto due Champions ma era un altro giocatore. È in fuorigioco su un’occasione della ripresa. Sparisce dal campo, meritava lui e non Totti di essere avvicendato. Cerca un corridoio impossibile nel finale. Si fa parare la palla della vittoria, allo scadere.

Slovan B. (4-5-1)
Putnocky 6,5; Cikos 5,5, Dobrotka 6, Had 5,5, Pauschek 5,5; Bagayoko 6, Zofcak 6, Kladrubsky 6, Guede 5,5, Grendel 6 (21’ st Stepanovsky 6,5); Sebo 5,5.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolo44

    26 Agosto 2011 - 18:06

    Vien da ridere a pensare alle lotte dello scorso campionato per andare in Champion ed Uefa. Era meglio se restavano direttamente a casa, se si vuole la bici bisogna anche saper pedalare. Per andare in Europa bisogna essere attrezzati, non solo a chiacchiere e improperi. E non è certo il caso di Roma e Palermo.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    26 Agosto 2011 - 11:11

    solo Platinì ebbe l'intelligenza di smettere da campione. oramai ti sei riciclato a fa er pupetto.

    Report

    Rispondi

blog