Cerca

L'Inter è come la banda del buco Per la Roma è già crisi vera

Nerazzurri perdono a Palermo, ne prendono quattro. Sconfitta in casa contro il Cagaliari per i capitolini. Super-Juve, bene Udinese

L'Inter è come la banda del buco Per la Roma è già crisi vera
La Juve apre la stagione nel nuovo stadio mettendo in chiaro che farà sul serio: secco 4-1 al Parma. Per la Roma, dopo la debacle nei preliminari di Europa League contro lo Sloban, si può invece già parlare di crisi: sconfitta in casa per 1-2 dal Cagliari, al termine di una partita in cui ha mostrato tutta la sua attuale pochezza. Male anche l'Inter, subito ko a Palermo. Bene Napoli, Udinese e Fiorentin. Pari casalingo per il Milan con la Lazio nel match d'apertura di Serie A di venerdì sera.

Inter ko - Inizia malissimo la stagione dell'Inter, affondata a Palermo: prende 4 gol, ne segna 3, prima sconfitta. Straordinario esordio per Devis Mangia, l'allenatore di Zamparini che in poco più di tre mesi è passato dalla Primavera del Varese alla Serie A. L'esordiente vince il match con Gasperini, che pare già in difficoltà. Il Palermo gioca meglio, ma passa l'Inter con Milito. Dopo l'intervallo il Palermo trova il pareggio con il solito Miccoli. Subito la risposta dell'Inter, su rigore, ancora con Milito. Ma i rosanero non mollano, e trovano il pareggio con Joya, prima rete in campionato. Le squadre si allungano, il Palermo cala un po', ma trova il vantaggio ancora con Miccoli, che pennella una splendida punizione. Nemmeno due minuti dopo è 4-2: rete di Pinilla. Nel recupero arriva il primo gol in A di Forlan, che però non serve a nulla. L'Inter di Gasp, dopo la sconfitta in Supercoppa Italiana, perde anche all'esordio in campionato.

Roma, è già crisi - Parte insomma malissimo Luis Enrique, che contro il Cagliari di Donadoni, squadra chiusa, compatta, e pronta a ripartire, incassa il solito gol di Daniele Conti alla metà del secondo tempo. Poi l'espulsione di José Angel (troppo severa): per il difensore una buona partita macchiata dall'errore in occasione del gol di Conte. In dieci, la Maginca non riesce a reagire: i sardi chiudono la pratica con un gol al 90' di El Kebir. Non serve a nulla la rete di De Rossi a tempo abbondantemente scaduto.

Super Juve - La Juve di Conte invece sembra aver scacciato i fantasmi delle ultime stagioni. Ottima la prima stagionale dei bianconeri, che si sbarazzano per 4 reti a 1 di un Parma che oppone pochi argomenti. La prima rete del neoacquisto Lichstenier nella prima frazione di gioco. Nella ripresa la Juve domina con i gol di Pepe, la bellissima marcatura di Vidal (in gol all'esordio in A) e quindi Marchisio. Nelle battute finali il gol della bandiera dell'ex Giovinco, arrivato su rigore: De Ceglie espulso. Da segnalare la stratosferica partita di Andrea Pirlo, che ha preso in mano il centrocampo di Conte, trovando la quadra e fornendo la tranquillità di gioco, soprattutto in fase difensiva, che mancava da anni. Qualcuno, a Milano - sponda Milan - si starà mangiando le mani.

Gli altri campi - L'Udiense ricomincia come aveva finito: con un convincente 2-0 vince a Lecce, gol del solito Di Natale e di Basta. Due a zero anche per la Fiorentina che batte il Bologna: a segno Gilardino e Cerci. Ottimo ritorno in Serie A (dopo mezzo secolo) per il Novara, che rimonta i due gol del Chievo (Thereau e Pellisier) con le reti di Marianini e Paci. Pareggio sempre per 2-2 anche tra Genoa e Atanlanta, che ha davanti a sé da scalare la montagna dei sei punti di penalizzazioni: per i bergamaschi doppietta di Morales, per il Genoa a segno Veloso e Mesto. Partita senza emozioni e senza reti tra Catania e Chievo.

Bene il Napoli - Inizia alla grandissima nell'anticipo del sabato sera la stagione anche il Napoli di Mazzarri, che vince al debutto in campionato dopo ben 17 anni. I partenopei vincono sul sintetico di Cesena (una novità per la nostra massima serie) per tre reti a uno. I romagnoli penalizzati dall'espulsione di Benalouane al '55. Nel primo tempo un gol per parte: Lavezzi e pari di Guana. Nella ripresa chiudono i conti Campagnaro e Hamsik.

LE PARTITE
Milan vs Lazio 2-2 (Cassano, Ibrahimovic, Cissè, Klose)
Cesena vs Napoli 1-3 (Guana, Hamsik, Campagnaro, Lavezzi)
Catania vs Siena 0-0
Chievo vs Novara 2-2 (Thereau, Pellissier, Paci, Marianini)
Fiorentina vs Bologna 2-0 (Cerci, Gilardino)
Genoa vs Atalanta 2-2 (Mesto, Veloso, Moralez, Moralez)
Juventus vs Parma 4-1 (Marchisio, Vidal, Pepe, Lichtsteiner, Giovinvo)
Lecce vs Udinese 0-2 (Di Natale, Basta)
Roma vs Cagliari 1-2 (De Rossi, El Kabir, Conti)
Palermo vs Inter 4-2 (Miccoli, Joya, Miccoli, Pinilla, Milito, Milito)

LA CLASSIFICA
Juventus 3
Napoli 3
Fiorentina 3
Udinese 3
Palermo 3
Cagliari 3
Milan 1
Lazio 1
Genoa 1
Novara 1
Chievo 1
Catania 1
Siena 1
Inter 0
Roma 0
Cesena 0
Lecce 0
Bologna 0
Parma 0
Atalanta -5*

* Sei punti di penalizzazione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquila azzurra

    12 Settembre 2011 - 11:11

    ma quali esperimenti? qui si tratta di non aver capito il valore tecnico di ogni singolo giocatore dell'inter ; dallo sfascio totale si è salvato solo sneijder per il semplice motivo che si è messo a fare in campo quello che fa da sempre. Quando mai si è visto che due centrali quali lucio e samuel vengono ridicolizzati da folate centrali solo perchè sono stati "allargati" per una difesa a 3 senza coperture laterali , e meno male che zanetti teneva botta sulla sinistra dove il povero nagatomo era il famoso pesce fuor d'acqua. Mai visto un peggior utilizzo di zarate ,attaccante veloce che attacca gli spazi e salta l'uomo con facilità, messo sulla fascia destra per aiutare un lucio fuori posto ed un jonathan troppo avanzato.Il mister ha ironizzato sulla difesa a3 senza avere gli uomini che possono trasformare il pacchetto difensivo a 5 o a 4 secondo l'occorrenza; ieri sera ,se quello era uno esperimento, è stato un fallimento totale e per mercoledì la CL diventa un vero tormento.

    Report

    Rispondi

blog