Cerca

Barcellona-Milan, le pagelle Messi marziano, Cassano ufo

Due lampi del diavolo: Pato e Thiago Silva. Zambrotta e Nocerino giù, Fantantonio non si vede mai

Barcellona-Milan, le pagelle Messi marziano, Cassano ufo
Le pagelle di Barcellona-Milan, prima gara di Champions League: i rossoneri hanno strappato il 2-2 con un gol al 90' di Thiago Silva.

Barcellona (4-3-3)
Valdes 6
: sorpreso come tutti sull’1-0.
Dani Alves 6.5: pressione costante su Zambrotta.
Mascherano 6: fuori posto sul fulmineo Pato, con Cassano passeggia.
Busquets 5: si accorge che Pato ha fatto gol solo quando lo vede sul tabellone. Leggerissimo su Thiago.
Abidal 6: terzino atipico ma efficace. Perde Thiago, però, dopo aver regalato il corner
Xavi 7: tique-toque, tique-toque, la tocca mille volte (e bene), sfiora due volte il gol dalla distanza.
Keita 6.5: Pato colpisce a freddissimo e lo trova fuori posto, poi è scudo insuperabile (dal 23’ st Puyol sv).
Iniesta 6: muscoli di seta che lo tolgono di mezzo troppo presto (39’ Fabregas 6.5: il figliol prodigo entra subito nel clima del match).
Pedro 7: un’abitudine imbarazzante con il gol. Mentre tutti si fermano lui ci crede, sa che Messi sfornerà l’assist e scatta: e pareggia. Fondamentale.
Messi 7: voglioso come uno che non ha mai vinto niente. Ecco il segreto.
Villa 7: sbaglia l’1-1 per troppa fretta, ma è perfetto dalla “piazzola”, sulla punizione dal limite regalata da Cassano (dal 38’ st Afellay).

Milan (4-3-1-2)
Abbiati 6
: reattivo su un traversone deviato, su un rasoterra di Messi, su una puntata ravvicinata della Pulce. Una statua, però, sul tocco di biliardo dell’argentino che libera Pedro. Incolpevole sul secondo.
Abate 6: pure lui beffato dalla voglia di Messi, che arriva su un pallone dato per morto da troppi. Però non sbanda quasi mai.
Nesta 6:molto meglio di venerdì.
Thiago Silva 7
: se la cava, si sa che lui è all’altezza. Il gol è un premio.
Zambrotta 4.5: dov’era sull’ 1-1 invece di fare la diagonale? Probabilmente non ha mai guardato  oltre la linea di centrocampo.
Nocerino 5: disciplina e tenacia, conquista il cornere del 2-2-.
Van Bommel 5: raggio limitato, esperienza, tacchetti affilati. È il suo compito, lo assolve ma non quanto basta (dal 28’ st Aquilani sv).
Seedorf 5.5
: capitano in lista, sul campo e nella testa. Esterno o trequartista, è l’ultimo a mollare.
Boateng 5.5: impacciato, imballato, non il solito Prince: la schiena lo mette ko (dal 34’ Ambrosini 5: quasi regala un assist a Xavi. Non è in condizione e si fa male alla spalla destra).
Pato 6.5: è Pato o Ronaldo? Ventisei secondi (26) per fuggire, mettere la palla sotto le gambe di Valdes e prendersi l’applauso del Nou Camp. Ma non trova altrettanta qualità intorno a sé. Nessuno lo degna di un passaggio in profondità.
Cassano 4: poche sponde, pochissimo possesso, zero magie. Se Messi è un marziano, lui è un ufo: ogni tanto qualcuno crede di vederlo... (dal 16’ st Urby sv).

di Tommaso Lorenzini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog