Cerca

Svolta Inter, cacciato Gasperini Ranieri o Figo: chi preferite?

Nerazzurri ko 1-3 a Novara, Il patron: "Non credo che il tecnico resti". Detto fatto: tecnico esonerato. Due le alternative: Claudio e Luis. Sondaggio

Svolta Inter, cacciato Gasperini Ranieri o Figo: chi preferite?
La notte è passata, come suggeriva Massimo Moratti, e per Giampiero Gasperini è arrivata l'ultima ora da allenatore dell'Inter. "Non credo resterà", ha ammesso sibillino il patron nerazzurro. Ancora da chiarire la dinamica dell'addio: licenziamento o dimissioni? Più facile la prima soluzione, a giudicare da quanto detto ieri sera dall'ex tecnico del Genoa dopo il tremendo ko 3-1 in casa della matricola Novara, nell'anticipo della quarta giornata di campionato. "Se sto pensando a un passo indietro? No, penso a un passo indietro solo tatticamente. E' una prova molto difficile dalla quale devo venire più forte e capace di risorverla". Poi ha provato a sfidare la sorte (e l'ira del patron): "Se il problema è l'allenatore allora è facilmente risolvibile".

Poche possibilità - I guai, insomma, secondo Gasp stanno altrove: "Evidentemente in questo momento non possiamo fare quello che vogliamo, ma dobbiamo adeguarci alle possibilità che abbiamo". "Ci sono delle difficoltà oggettive - ha aggiunto -, abbiamo fatto delle buone gare ma appena cerchiamo di essere più offensivi andiamo incontro a grossi guai". Secondo Moratti il tecnico a Novara non ha avuto in mano né partita né spogliatoio: "Il rapporto con il gruppo è ottimo, anche dal punto di vista personale: i ragazzi sono i primi ad essere dispiaciuti e per me questo è un aspetto importantissimo".

Corsa a due - Che nessuno remi contro nello spogliatoio è tutto da vedere. Di sicuro, rema contro Moratti. Nervosissimo (ieri sera uscendo dallo stadio Piola ha affrontato a muso duro un tifoso piemontese che lo sfotteva: "Che fai, scappi?"), il patron ha già in mano le alternative: si chiamano Luis Figo e Claudio Ranieri. Il primo una scommessa totale, il secondo già esperto traghettatore di buon successo. Entrambi convincono più di Delio Rossi. L'unico problema è il calendario: sabato prossimo c'è il Bologna, martedì la già decisiva sfida di Champions a Mosca contro il Cska.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Paoloo

    21 Settembre 2011 - 23:11

    Ma come fa Ranieri ha passare in breve tempo dalla Juve, alla Roma e ora all'Inter con tale disinvoltura ? ma i tifosi come possono pensare che la propria squadra sia allenata da uno che ha allenato di recente le più rivali ? il professionismo senza un minimo di cuore crea robot che con la stessa velocità con cui vengono reclutati, verranno mandati via.

    Report

    Rispondi

  • paolo956

    21 Settembre 2011 - 20:08

    Credo che ci sia poco da dire, certamente molto si potrebbe dire a quell'idiota ( e spero vivamente si offenda) che gode (e può farlo solo cosi...) per la situazione della squadra, dimostra certamente d'essere, prima di tutto juventino ma questi sono solo problemi suoi, in secondo luogo un finto sportivo perche' raramente un vero sportivo gode dell'altrui pecca...certo che chiedere rispetto ad una tal persona è ovviamente tempo sprecato...siamo solo all'inizio del campionato e già si sente cosi forte...vedremo... Sono interista e mi fa piacere comunque vedere ad esempio i buoni risaultati del Napoli che è una squadra che merita sia per i giocatori che per i suoi simpaticissimi sostenitori..noi siamo partiti male ma confido in una pronta ripresa...

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    21 Settembre 2011 - 16:04

    prendi il mitico ORONZO CANA'. ACCIDENTI NON RICORDO IL NOME DEL BRASILIANO ARISTOTELES ? NO NON LO RICORDO.come manager Gigi & Andrea.

    Report

    Rispondi

  • rughi60

    21 Settembre 2011 - 13:01

    Caro Moratti, invece di prendere Ranieri o Figo, prova a contattare Auricchio tramite o il tuo amico Tronchetti o il Mortadella. Ah! dimenticavo.....esonera Branca e metti al posto suo il grande Prof. Rossi coadiuvato da Abete. Vedrai....altri quattro anni alla grande non te li toglie nessuno. Siete tornati dentro il fango che avete sollevato solo perche' non vincevate un c...o. Siete la vergogna del calcio Italiano GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!! adesso, per rivincere qualche cosa, che ti inventi visto che sul campo si perde ultrameritatamente con una matricola che da 55 anni non giocava in serie A ?

    Report

    Rispondi

blog