Cerca

Per l'Italia un Cassano di lusso: mette ko l'Irlanda con due gol

Fatnantonio spiana la strada nella partita contro l'Irlanda del Nord: finisce 3-0. L'Italia tascabile piace. Ok Osvaldo

Per l'Italia un Cassano di lusso: mette ko l'Irlanda con due gol
Tutto facile per l’Italia nell’ultima (e pro forma) partita di qualificazione a Euro 2012: 3-0 a un’Irlanda del Nord volenterosa e poco più. Al 21’ il gol dell’1-0 firmato Cassano: lancio di De Rossi, Antonio con una pregevole girata infilza Taylor. Ci pensa ancora lui, all’8’ della ripresa, un colpo di biliardo in diagonale che si deposita nel lato corto della porta irlandese. Sempre Italia a menar le danze, con un paio di tiri di Montolivo (bella parata di Taylor) e Aquilani. Il tris arriva su incursione di Balzaretti, McAuley tenta la chiusura ma è autorete. Ottimo il lavoro di Prandelli: ha creato un gruppo, la strada tecnico-tattica (record di punti, imbattuto) è quella giusta. Premiati a inizio partita i quattro superman per le presenze azzurre: Cannavaro 136; Maldini 126; Zoff 112; Buffon 110.

Italia (4-3-1-2)

Buffon 6.5:
i verdi gli entrano due volte a tacchetti alti, Gigi lancia occhiatacce ma non fa un piega. Ottimo volo sulla sua destra a intercettare una testata di McGivern (dal 31’ st De Sanctis sv: fa presenza nella sua Pescara).

Cassani 6
: spinge, si propone, difende con ordine; buona prestazione contro dirimpettai non certo irresistibili.

Barzagli 7
: altra prova solida dopo la confortante esibizione contro la Serbia. Decisamente una pedina su cui contare: l’importante, e il difficile, sarà tenere alta la tensione e il livello fino a maggio. Ma con Conte che urla in quel modo gli stimoli non gli mancheranno.

Chiellini 5.5
: sbaglia un gol da meno di mezzo metro e probabilmente neppure lui sa come. Mettiamola come un regalo di Natale anticipato. Dietro, tornato al centro della difesa, se la cava anche se incappa nelle solite sbavature: grossa una a metà secondo tempo, ciccato l’anticipo su Little. Era un test semi-serio, però noi lo preferiamo sulla fascia. De gustibus.

Balzaretti 6.5
: un retropassaggio molto ottimistico a Buffon per poco non diventa un assist a Healy. Ma resetta subito e presidia con diligenza la fascia sinistra.

De Rossi 7:
lancio al bacio in profondità per Cassano, senso della posizione quasi perfetto, padronanza della situazione. Là in mezzo è leader indiscusso e indiscutibile.

Pirlo 6.5:
ha tolto una tacca, rispetto all’ottimo e intenso lavoro di venerdì scorso opta per un tranquillo martedì di gestione, lasciando spesso impostare l’azione a De Rossi. Tira un po’ il fiato ma è normale.

Montolivo 6
: molto più nel gioco e più a suo agio da mezzala che da trequartista, riesce a proporsi decorosamente nelle due fasi. Ma la concorrenza con Marchisio per quella maglia è spietata.

Aquilani 5.5: fa la fine di Montolivo cinque giorni fa. Il trequartista non è proprio il suo ruolo, infatti quando può si alterna sull’esterno con il fiorentino. Prandelli ha sperimentato, in questi due match, vedremo che conclusioni trarrà: se cercare altrove un altro “numero 10” o insistere con un rombo di qualità e quantità. Almeno, per una volta, potremmo non dover scrivere di “staffette” (dal 24’ st Nocerino sv).

Cassano 7.5: prima rete da vedere e rivedere. Magari si può sorvolare sullo scatto non fulmineo e sulla totale solitudine, ma la coordinazione e lo stile sono da manuale. La seconda è un altro pezzo del repertorio: testa alta e portiere ipnotizzato. Nove i gol in azzurro (come Totti) e standing ovation alla sua sostituzione. Vuole arrivare al mondiale e poi smettere; a questa nazionale, il signor Cassano serve per davvero, ma ora basta cazzate. Chiaro? (dall’11’

Osvaldo 6
: si presenta con un tacco che smarca Balzaretti)

Giovinco 6:
all’esordio da titolare con i “grandi”, offre movimento e generosità; da lui ci si attendeva anche qualche numero e per poco non gli riesce una rovesciata che sarebbe entrata negli annali. Da affinare l’intesa con Cassano, gli servirebbe però un centravanti vero al suo fianco, anche solo per togliersi di dosso la pressione dei marcantoni irlandesi. E con Osvaldo ha più libertà.

Irlanda N.(4-4-1-1)
Taylor 6.5, Hodson 6, Baird 6, McAuley 5, McGivern 6; Evans 5.5 Norwood 5.5 (29’st McLaughlin sv), Davis 5.5, Gorman 5.5 (dal 31’st McGinn sv); Little 6; Healy 5 (dal 20’ st Feeny sv).

di Tommaso Lorenzini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jerico

    12 Ottobre 2011 - 11:11

    I due gol di Cassano ,sono altrettanti ceffoni dati in faccia a Mister Trapattoni, che quando era alla guida nella Nazionale lo ha sempre boicottato ,escludendolo dalla squadra.Ma cosa avrà fatto l'estroso giocatore pugliese all'ex Mister, forse l'avrà mandato aff...? E che sarà mai, di fronte ad una vittoria della Nazionale Italiana!Legandosela al dito per probabili frasi offensive,Trapattoni ha privato la Nazionale di calcio di un valido talento,ne stiamo vedendo le qualità.

    Report

    Rispondi

blog