Cerca

Doping nel ciclismo

Arrestato Da Ros

Doping nel ciclismo
 Dodici arresti in carcere e 60 perquisizioni in Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Veneto. Questo il bilancio di un'operazione dei carabinieri del Nas di Milano che ha sgominato un traffico illecito di sostanze medicinali ad effetto dopante. I controlli hanno coinvolto diversi sportivi, gestori di palestre e di attività commerciali, e hanno consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza per illecita importazione, detenzione, vendita, ricettazione e utilizzo di farmaci a effetto dopante, esercizio abusivo delle professioni sanitarie di farmacista e medico e falsificazione della documentazione sanitaria. Le manette sono scattate anche ai polsi di un ciclista professionista,Gianni Da Ros di 23 anni, in forza alla Liquigas, prelevato dalle forze dell'ordine mentre si trovava in ritiro con la nazionale pista al velodromo di Padova. Da Ros, originario di Pordenone, verrà interrogato domani dal gip Andrea Pellegrino, il giudice che ha emesso le ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ghorio

    11 Marzo 2009 - 17:05

    Il ciclismo come sport mi ha sempre affascinato. Probabilmente per la lettura dei commenti da parte di tanti giornalisti di vaglia che hanno seguito il Tour de France e i Giri d'Italia. Per questo sono dispiaciuto nel leggere queste notizie che nulla hanno a vedere con il ciclismo. Una cosa, però, mi colpisce: i controlli dovrebbero essere fatti anche in tutte le altre attività sportive e non essere limitati quasi al solo ciclismo. Le vicende dell'"Operacion Puerto" gridano ancora vendetta, perchè a pagare sono stati Basso e Ulrich, le cui doti atletiche, a prescindere dall'uso di doping che non è stato mai provato al termine di nessuna corsa, sono fuori discussione. Solo che in quella circostanza il ginecologo Fuentes aveva fatto trapelare anche l'utilizzo di doping da parte di calciatori e altri atleti. Spero adesso che si faccia veramente chiarezza e la lotta al doping o al tentativo di solo utilizzarlo valga per tutte le attività sportive. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

blog