Cerca

Gattuso: "Tra 4 mesi mi opero Dura, però non mollo il Milan"

Il centrocampista fermo dal 9 settembre: "Vedo ancora doppio e non posso giocare. Ho temuto il peggio, altro che smettere col calcio"

Gattuso: "Tra 4 mesi mi opero Dura, però non mollo il Milan"
La grande paura è passata, ma il futuro è ancora incerto. Gennaro Gattuso resterà lontano dal campo altri quattro mesi e poi si opererà agli occhi. Per il 33enne centrocampista del Milan, dunque, la stagione è compromessa ma l'umore è buono. "In 45 giorni ne ho sentite di tutti i colori - ha esordito il campione del mondo 2006 -: che potevo perdere l'occhio, che non avrei visto, forse è anche colpa mia, perché ho voluto aspettare. Oggi eravate preoccupati che dicevo che non potevo più giocare a calcio, ma ci vuole altro per abbattermi, io sto lottando con un uomo invisibile, vedere doppio non è bello, ma l'importante è non mollare e guardare avanti".

La grande paura - Già, guardare avanti. Non facile perché ancora oggi, a 45 giorni dall'incidente prima di Milan-Lazio, i problemi sono ancora tanti.
Quando guarda a sinistra vede doppio e porta degli occhiali speciali. "Quando mi sveglio la mattina provo a usare l'occhio ma ancora non va bene, ma in questo momento non sto pensando al calcio, sto pensando al quotidiano, è brutto non portare i figli a scuola, non poter guidare, ma riesco a lavorare con continuità a livello fisico, con carichi importanti e questo mi sta dando la forza di non mollare - spiega Ringhio -. E' brutto quando vai al computer a scrivere una mail, pensi di toccare il tasto di una lettera e invece scrivi altro". In queste settimane il mediano ha continuato a lavorare con la squadra: "Faccio dieci chilometri al giorno, sto nello spogliatoio, partecipo della vita della squadra. Ma confesso che c'è stato un momento in cui ho temuto il peggio, altro che smettere col calcio".

L'operazione
- Il problema è venuto a galla prima di Milan-Lazio, anticipo della seconda giornata di A del 9 settembre.
"Avevo già il problema, mi avevano consigliato di non giocare ma non ho ascoltato, sono stati i minuti più brutti della mia vita, sembravo ubriaco, vedevo Ibra in quattro posizioni diverse e Nesta non l'ho proprio visto". Gattuso, ha spiegato il medico sociale del Milan Rodolfo Tavana, ha accusato una paralisi del nervo cranico. "Abbiamo escluso forme tumorali, ictus o altri problemi gravi - ha concluso Tavana -. Ci siamo rivolti ai migliori specialisti anche in America. Il futuro non è ben delimitato anche se sia dagli Stati Uniti sia dall'Italia ci dicono che bisogna aspettare dai 2 ai 6 mesi per vedere come procede la situazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gasparotto

    25 Ottobre 2011 - 14:02

    Figuriamoci se Ringhio ha bisogno di consigli. La società di cui fa parte come giocatore,il Milan,lo ha fatto visitare dai migliori oculisti al mondo,soprattutto per fare la diagnosi di che paralisi trattavasi. Ora stabilito questo il gold terapeutico è: attendere alcuni mesi con terapia da loro stabilita e poi se la paralisi si cronicizza,operare dopo e non prima dei sei mesi. Sic! Esiste il malato e non i malati,ognuno è un caso a sè. Per cui i consigli ognuno se li tenga per sè. Chiaroooo,diceva la Marchi!

    Report

    Rispondi

  • sadapg

    25 Ottobre 2011 - 11:11

    nun ce ne po' frega' de meno!

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    25 Ottobre 2011 - 10:10

    A volte i giornali quando riferiscono di cose mediche prendono granchi oceanici.Come quando si disse che avrebbe rischiato la cecità.Ignorando che la paralisi del nervo abducente non ci azzecca un tubo con le vie ottiche della visione.Quello che è paralizzato è un muscolo volontario che agisce in sinergia con gli altri che controllano i movimenti del bulbo oculare.InsommaGattuso si è beccato uno strabismo convergente con l'occhio sx deviato verso l'interno.Va da sè che gli assi visivi subiscono una deviazione.I medici hanno dovuto individuare il tipo di paralisi,se essa risiede nel muscolo o nel nervo.Acclarato che risieda nel nervo,pare per virus(?)(è stato isolato il virus?) la terapia è: evitare contratture del muscolo retto interno il cui tono prevale in assenza dell'altro con il botulino.Cure con complesso antinevritico(B1-B12 etc).Aspettare almeno 4 mesi che la cosa si risolva.Se invece si stabilizza ,dopo 6 mesi e non prima ,intervento correttivo.Amen! In bocca al lupo Ringhio

    Report

    Rispondi

  • escya

    25 Ottobre 2011 - 09:09

    Io ci sono passata in prima persona con il suo problema documenti e foto dimostrabili ma entrambi gli occhi e una cosa allucinante pure perchè io ho due figli adesso adolescenti ma quando è successo erano piccoli 4 anni fa le causa vomito capogiri e spasmi allo stomaco la prego di non mollare vedrà passano un po di mesi a me due anni ma poi con l'intervento di un grande medico varie cure cortisone e due interventi e radio terapie adesso me la passo molto meglio anche se non sono migliorata completamente infatti l'occhio destro non ha risposto molto bene se vuole può anche contattarmi infatti io mi leggevo tutti i libri i consigli letti da internet e mi sono data la forza e continuare a vivere anche io ho 10 su 10 almeno non ha danneggiato la vista i miei più sinceri auguri Annalisa

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog