Cerca

A Torino la Juventus riparte: battuta una Fiorentina misteriosa

Finisce 2-1. Viola nel primo tempo inguardabili, poi sprecano tante chance. Bonucci e Jovetic per Conte, pareggio temporaneo del solito Jovetic

A Torino la Juventus riparte: battuta una Fiorentina misteriosa
Quella “vera” Juve che vuole Antonio Conte si fa ammirare per 75’ contro la Fiorentina. Primo tempo da padroni per i bianconeri, che schiacciano i viola, trovano il gol con Bonucci e sprecano occasioni con Matri, Vucinic e Pepe. La brutta squadra degli ultimi anni, invece, è quella che rientra dagli spogliatoi e ridà fiato agli ospiti: è Gilardino a rianimare i viola e a mandare in gol Jovetic. Ci pensa, però, l’accoppiata Pepe-Matri a rimettere le cose a posto, con il bomber che segna il suo quarto gol e riporta la Juve in testa per una notte.

JUVENTUS (4-2-3-1)

STORARI 6.5: entra in campo nella ripresa ben concentrato e dopo 40” salva l’1-0.

LICHTSTEINER 6.5
: ci mette poco a capire che Vargas non fa paura e allora si butta in avanti a far ammattire Pasqual.

BARZAGLI 6: Jovetic è l’unico viola a dimostrare un po’ di vitalità, ma non abbastanza per impensierirlo.

BONUCCI 6.5: lo si vede più nell’area avversaria che davanti a Storari. Un gol importante che dà fiducia.

CHIELLINI 6: una serata tranquilla per dimenticare la brutta partita col Genoa.

PIRLO 7: di solito la marcatura a uomo lo manda in crisi. Non ieri, e la Juventus gira che è un piacere.

MARCHISIO 6.5
: provano anche a lussargli una spalla per fermarlo, ma il centrocampista bianconero non smette un secondo di lottare.

PEPE 6.5: prezioso e umile come sempre. Spreca due occasioni faccia-a-faccia con Boruc, ma cancella tutto con un assist strepitoso per il 2-1.

VIDAL 6:
corre così tanto che quando poi deve gestire il pallone si trova in debito d’ossigeno (dal 43’ st Pazienza sv).

VUCINIC 6.5: gli basta un movimento, una finta per aprire voragini ai compagni. Certo che quando tocca a lui dovrebbe buttarla dentro, tanto per ricordare a tutti che è un attaccante (dal 33’ st Estigarribia sv).

MATRI 7
: dimostra di nuovo di essere insostituibile. Fa ammattire la difesa viola e poi trova un gol con un grande guizzo. 

FIORENTINA (4-3-3)

BORUC 5.5: almeno tre interventi da grandissimo portiere. Ma che errore sul primo gol.

DE SILVESTRI 6: non si può dire che non ci provi quando si butta in avanti. Anzi, è tra i più vivaci del fronte offensivo di Mihajlovic. Dietro, però, lascia un po’ a desiderare.

GAMBERINI 5.5: Boruc mette una pezza ai suoi errori finché non decide di iniziare a giocare.

NATALI 5.5: soffre Matri.

PASQUAL 5: finché ti salta Lichtsteiner te ne fai una ragione. Quando è Barzagli a lasciarti sul posto dovresti farti un esame di coscienza.

MUNARI 5.5: l’unico dei tre di centrocampo senza compiti difensivi, non aiuta la squadra.

BEHRAMI 6.5: è uno di quelli che meriterebbe un doppio voto, prima e dopo l’intervallo.

KHARJA 5: ha un solo compito, soffocare Pirlo. Ma il regista bianconero naviga che è un piacere...

CERCI 4.5: non pervenuto. Non dà mai un segno di vita (dal 1’ st Gilardino 6.5: il suo ingresso cambia faccia alla Fiorentina e ispira il gol del pari).

JOVETIC 6.5: capisce subito di dover fare quasi tutto da solo, ma riesce a incidere solo quando entra Gilardino a passargli il pallone.

VARGAS 5: il suo gemello scarso ne fa di tutti i colori nel primo tempo. Dagli spogliatoi, però, rientra il giocatore giusto (dal 26’ st Ljajic sv).

pagelle di Francesco Perugini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog