Cerca

Cassano ricoverato in neurologia La paura: ictus ischemico

Sabato l'attaccante del Milan ha avuto un malore. Cause incerte, la madre: "Speriamo". Galliani: "Gli ho parlato, è sereno". E il club smentisce l'ictus

Cassano ricoverato in neurologia La paura: ictus ischemico
Solo "speriamo, speriamo". La signora Giovanna commenta così, trattenendo le lacrime, le condizioni del figlio Antonio Cassano. Il calciatore del Milan, 29 anni, è ricoverato da sabato sera nel reparto di neurologia del Policlinico di Milano. A mezzogiorno, tramite l'ufficio stampa, la direzione dell'ospedale ha disposto che operatori con telecamera e fotografi uscissero dai cancelli dell'ospedale "per garantire la massima discrezione e riservatezza di tutti i pazienti". Ma l'ansia, se non l'angoscia per le condizioni di Fantantonio è palpabile.  La causa ufficiale del malore che l'ha colto all'arrivo a Malpensa, dopo la vittoriosa trasferta di Roma, è "problemi neurologici". Ma c'è chi come il neurologo Roberto Sterzi, già primario dell'ospedale Niguarda di Milano, ha lanciato l'allarme: "I sintomi riferiti fanno pensare ad un lieve ictus. Episodi del genere, non infrequenti, possono avvenire per un danneggiamento di un'arteria". Tutto ciò, ha spiegato Sterzi, "può succedere anche per qualche trauma provocato durante l'attività sportiva". Ma non è da escludere "un calo della pressione o un episodio di ipoglicemia". La parziale conferma all'ipotesi dell'ictus ischemico arriva direttamente dall'Ansa, il Milan ha però smentito. Il mister Allegri ha bollato come "errate" le ipotesi fin qui proposte. Accanto a Cassano, oltre alla mamma Giovanna, c'è la moglie Carolina.

Milan preoccupato - Preoccupato, naturalmente, l'ambiente rossonero. Il vicepresidente Adriano Galliani ha provato a rassicurare: "Parlo e mi scambio sms con Cassano. I medici stanno provvedendo, speriamo che vada tutto bene. Io non posso fare diagnosi, ma l'ho sentito in forma. E' una cosa totalmente inaspettata, evidentemente non riguarda il calcio. Io scherzavo con Cassano poco prima dell'atterraggio". Domani alle 18 il Milan scenderà in campo a Minsk, in Bielorussia, contro il Bate Borisov per la quarta giornata di Champions League. "Non ho sentito Cassano ma ieri ci siamo inviati dei messaggi - ha aggiunto il tecnico Massimiliano Allegri -. Lui risponde, la squadra non è sotto choc ma è molto dispiaciuta per ciò che è accaduto".

Il ricovero - I compagni di squadra a bordo dell'aereo che è volato da Roma a Milano hanno raccontato che Antonio, in viaggio, era sereno e sorridente. Una volta sbarcato, nel momento in cui si era avviato verso la navetta, ha avuto un principio di svenimento: annebbiamento della vista, spossatezza, disorientamento e addirittura difficoltà a parlare o a muoversi. Per prima cosa si è pensato a un calo di pressione o a un virus intestinale. Cassano è stato quindi portato in ospedale. Rodolfo Tavana, medico del Milan, ha commentato laconicamente: "Il ragazzo non sta bene e stiamo indagando". Inoltre sembra che domenica mattina Cassano sia stato dimesso, ma dopo un nuovo malessere sarebbe stato nuovamente ricoverato nel reparto di neurologia, dove dovrà restare almeno fino a lunedì per controlli e accertamenti.

Tegola per il Milan - La società ribadisce che le condizioni di salute di Fantantonio non sarebbero gravi e che sarebbero in via di miglioramento. I sintomi che lo avevano colpito a Malpensa sarebbero tutti risolti. Però potrebbe essere necessario uno stop temporaneo dell'attività agonistica per effettuare ulteriori accertamenti da cui si spera di chiarire la causa del malore. Un altra tegola insomma per il Milan, che ha recentemente perso a tempo indeterminato Ringhio Gattuso per i noti problemi all'occhio.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antonio_morea

    01 Novembre 2011 - 12:12

    Il Milan e il suo staff , specialmente il Sig. Allegri ha dimostrato l'incapacita' del mafioso lippi del fallimento come allenatore della nazionale e come manager. Il titolo conquistato dal lippi e' stato solo lavoro dei giocatori e fortuna. VOGLIO PRECISARE CHE NON SONO UN TIFOSO MILANISTA, BENSI' DI TUTTE LE SQUADRE MERIDIONALI CHE SI OPPONGONO ALLEGEMONIA SETTENDRIONALE SOLO SULLE CAPACITA' FINANZIARIE. Invece al signore che diceva '' chi se ne fraga della piccola disgrazia di Antonio. Gli voglio dire che un giorno si rimagera' di detto scritto, appena gli capitera' un raffreddore.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    01 Novembre 2011 - 07:07

    Continuo a seguire la vicenda di Cassano.Orami è acclarato ,per lapresenza di testimoni ,che il giocatore ,mentre era in aeroporto,è stato colto da malore caratterizzato da andatura barcollante,disturbi visivi e difficoltà nell'articolare le parole. E' da qui che sono nate diverse ipotesi:labirintite, calo pressorio,TIA. Labirintite e calo pressorio,no,la loro manifestazione è diversa. Tia,lo puoi dire solo ad episodio risolto.Per questo l'attacco si definisce transitorio. Ieri Biscardi,nella sua trasmissione,ci ha fatto sapere che lui ha parlato con Berlusconi,prima di andare in onda,e gli è stato detto che è solo un piccolo problema di cuore.Può darsi,una tachicardia o bradi a bassa portata,potrebbe dare certi sintomi.Potrebbe! L'Ansa ha diramato una circolare ,che dice trattasi di ictus ischemico. Ictus significa "colpo".Colpo ischemico,non significa niente.Forse voleva dire "ictus cerebrale ischemico",ma la cosa andrebbe sviluppata con ciò che esso ha prodotto. Paresi? Aspettiamo!!

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    31 Ottobre 2011 - 11:11

    Non faccio polemica con l'orrido post menefreghista. In casi importanti, che investono la salute di un ragazzo di 29 anni, ogni ironia è fuori luogo. Il tifo becero è il male di tutti gli sport. Lo sport dovrebbe avere lo scopo di educare anche all'insuccesso. Accettare la sconfitta equivale a gioire per una vittoria. Quello che diventa insopportabile sono gli insulti che compaiono in alcuni striscioni(vero e proprio sacrilegio) e quelli diretti contro un atleta per il suo colore della pelle oppure per la sua esuberanza talvolta fuori luogo. Antonio Cassano, FantAntonio, è un ragazzo amato da tutti gli autentici sportivi. I milanisti hanno il piacere di vedergli indossare la maglia rossonera. Questo simpatico guascone ha portato una nota d'allegria nell'ambiente di Milanello. Auguri Antonio e che Dio ti protegga dal male e dalla cattiveria umana.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    31 Ottobre 2011 - 11:11

    Virgilio, non scrisse tempus fugit,(Georgiche ,III ,284) ma "Fugit irreparabile tempus."Il tempo fugge irreparabilmente. Anche Petrarca ci ricorda: "Che volan l'ore,i giorni e gli anni e i mesi"..oppure "la vita fugge e non s'arresta un'ora"etc. Però non conviene fare il cinico sulle sventure altrui. Basta un nulla per precipitare.E' come un sipario che si chiude.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog