Cerca

Il Genoa capitola a Marassi Weekend in vetta per il Milan

Rossoblu ko per 2 a 0, Diavolo primo con Ibra e Nocerino. Giallo Pato: out per febbre, ma era regolarmente sul pullman

Il Genoa capitola a Marassi Weekend in vetta per il Milan

Aspettando la Juve, il Milan vola in testa alla serie A almeno fino a domenica. Genova finora imbattuto a Marassi, Milan che non perde da otto partite. Primo tempo controllato dai rossoneri, due occasioni per Nocerino (anticipato da Rossi e Frey), Genoa ficcante nelle ripartenze. È però il Milan a passare: all’11’ st fallo da rigore di Kaladze (espulso) su Ibra che trasforma: 1-0. Tre minuti dopo Binho fallisce il raddoppio da un metro. Chiude tutto Nocerino (assist Boateng). Giallo Pato: escluso per febbre, ma era regolarmente sul pullman allo stadio.
di Tommaso Lorenzini

Ecco le pagelle

Genoa (3-5-2)
Frey 6: lestissimo a uscire sui piedi di Nocerino, spiazzato sul rigore.
Granqvist 5.5: terza partita in serie A e si vede. Fatica contro la rapidità di Robinho
Dainelli 5.5: preparato mentalmente agli straordinari ma non assistito dai compagni.
Kaladze 4: l’ex di turno si fa sentire sulle caviglie di tutti. Anche troppo: provoca il rigore e si fa cacciare.
Mesto 6: galoppa sulla fascia inguaiando Antonini.
Veloso 5: pochi spunti, ben ingabbiato nella trama rossonera.
Constant 5: pressione sì, qualità no (dal 24’ st Merkel 6).
Rossi 6:  recuperone su Nocerino, poi tanto sacrificio e un tacco da brivido che sfiora l’1-1.
Moretti 5: serataccia.
Pratto 4.5: «mollo». Si sente l’assenza del bomber Palacio (dal 43’ st Jorquera sv).
Jankovic 5: lontano dalla porta, senza un vero riferimento al centro, non serve a niente (dal 32’ st Zé Eduardo sv).

Milan (4-3-1-2)
Amelia 6: sveglio sui calci piazzati e sui pochi tentativi dei genoani.
Abate 6: un po’ contratto, ma il Genoa (finché era in 11) era messo piuttosto bene.
Yepes 6: deve occuparsi di Pratto, un attaccante che gioca col numero 2...
T. Silva 6: è stato meglio.
Antonini 5: spesso in ritardo, il Genoa lo capisce e lo pungola.
Aquilani 6: in questo centrocampo ci si aspetterebbe da lui l’illuminazione. Intermittente.
Ambrosini 6: non brilla (dal 24’ st Seedorf 6).
Nocerino 7: grandi inserimenti, grinta e senso della posizione. Il migliore nel primo tempo, decisivo nella ripresa: 5 gol, record personale.
Boateng 7: prezioso tatticamente, costante spina nel fianco.
Robinho 4: rapidissimo, brucia l’erba nuova del Ferraris. Ma il voto è per l’errore sottoporta: da patibolo (dal 43’ st El Sharaawy sv).
Ibrahimovic 7: il rigore è un omaggio di Kaladze, sale a 103 gol in A, la settima rete nelle ultime sei gare

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog