Cerca

Gli sceicchi fregano il Milan Tevez è a un passo dal Psg

Patto di sangue tra i due presidenti che sono cugini: Carlitos verso la Francia. La furia di Galliani contro Leonardo. Ora Maxi Lopez?

Gli sceicchi fregano il Milan Tevez è a un passo dal Psg

Leonardo si mette nuovamente di traverso al Milan. Il suo Paris Saint Germain vuole soffiare Carlitos Tevez ai rossoneri. Un'operazione ad alta possibilità di successo, poiché sorge da un patto di sangue tra sceicchi (che sono tra l'altro anche cugini): Mansour Bin Zayed, proprietario del Manchester City, e Tamim Al Thani, il presidente del Psg. I francesi sono alla ricerca di un attaccante, e in cima alla lista dei desideri facilmente esaudibili grazie ai petrodollari, lo sceicco ci ha messo proprio Tevez.

La richiesta - Il Milan aveva già trovato un accordo economico con l'Apache. Il nodo, però, è che il club di via Turati vuole il giocatore in prestito gratuito con diritto di riscatto a giugno: l'offerta è stata recapitata per email al Manchester City, che però non ha ancora risposto. E ora si capisce la ragione del tentennamento: Tevez è stato richiesto dal Psg, club pronto a versare sull'unghia i 20-30 milioni richiesti dal City, appena eliminato dalla Champions League ad opera del Napoli. Il tecnico Roberto Mancini, infatti, ha ribadito che "Tevez non lo daremo via in prestito": il cartellino dell'argentino, soltanto due anni fa, costò allo sceicco Mansour ben 40 milioni di euro. Ovviamente il club vorrebbe monetizzare subito la cessione di Carlitos, il cui prezzo, a causa del confino in tribuna, potrebbe scendere ulteriormente.

Scintille con Leonardo - Adriano Galliani, appena venuto a conoscenza del patto di sangue tra gli sceicchi, negli ultimi giorni ha chiamato più volte il suo ex allenatore Leonardo, e si sussurra che il tono delle discussioni non sia stato dei più pacati. Il brasiliano, oggi direttore sportivo del Psg, gli ha confermato l'esistenza della trattativa tra City e Psg, spiegando però di non avere alcuna responsabilità sulla vicenda poiché l'affare sarebbe sorto da una trattativa privata tra i due cugini, che figurano tra gli uomini più ricchi del pianeta. Inoltre, per lo sceicco Al Thani, l'ingaggio da 9 milioni di euro netti a stagione che attualmente percepisce Tevez, sarebbe poco più che una formalità da saldare. L'obiettivo è quello di aggiungere un tassello importantissimo al suo Paris Saint Germain che, proprio come sta avvenendo per il Manchester City, vuole trasformare nell'arco di poche stagioni in uno dei top team d'Europa. Al Milan resta soltanto da sperare che Tevez rifiuti la proposta del Psg, altrimenti Galliani punterà tutto su Maxi Lopez, un nome che per i tifosi ha però tutt'altro tipo di fascino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cortesepassatore

    08 Dicembre 2011 - 19:07

    Che e' meglio cosi...se cosi fosse...la persona in questione e' un soggetto destabilizzante contestualmente...ma da tifoso milanista mi e vi chiedo: non aveva detto o Milan o morte?

    Report

    Rispondi

blog