Cerca

Colpi di kung fu all'invasore Portiere si fa giustizia da sè

Invade il campo dell'Ajax: portiere dell'Az lo prende a calci e viene espulso. Quindi il caos: squadra si ritira. Scontri tra tifosi

Colpi di kung fu all'invasore Portiere si fa giustizia da sè

Pazzesco episodio in Olanda. Mercoledì sera, nel corso del match della Coppa nazionale tra Ajax e Az Alkmaar, disputato all'Amsterdam Arena, un tifoso dei Lancieri ha invaso il campo, schizzando verso Esteban Alvardo, il portiere degli avversari. L'estremo difensore, per tutta risposta, lo ha spedito al tappeto con un colpo da kung fu e non pago gli ha rifilato altri due calcione nel costato. Poi l'intervento dei bordocampisti ha evitato che Alvardo continuasse a infierire. L'arbitro, una volta sedata la rissa, ha espulso il portiere dell'Az Alkmaar.


Risse anche fuori dal campo - La decisione ha scatenato un putiferio, con l'intera squadra dell'AZ che, spinta dal proprio allenatore, ha deciso di abbandonare il terreno di gioco per protesta. Ne è seguita l'ovvia sospensione del match (era il 36esimo della ripresa e l'Ajax conduceva per 1-0). Ora la squadra rischia una pesante sconfitta a tavolino. Il sindacato giocatori olandese, però, ha chiesto alla federazione di ritirare il cartellino rosso inflitto al portiere di nazionalità portoricana. La Federazione ha fatto sapere che al più presto deciderà se riprendere la partita dal minuto dell'interruzione oppure assegnarla a tavolino all'Ajax. Per la cronaca, l'invasore di campo, un diciannovenne, si trova sotto custodia della polizia insieme ad altre 25 persone che sono state arrestate nei tafferugli che hanno seguito l'incontro. Una serata pazzesca...

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    23 Dicembre 2011 - 12:12

    senno' poi non ci lamentiamo se gli scalmanati invadono i campi. Cosi' sanno che non e' come in Italia che non c'e' giustizia e chi viene preso e' rilasciato immediatamente dai magistrati di sinistra. Se invece sanno che verranno presi a calci dai giocatori almeno ci penseranno due volte, no?

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    22 Dicembre 2011 - 19:07

    Ottimo e preciso intervento del portiere, altro che espulsione!

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    22 Dicembre 2011 - 19:07

    Si presume che il dr. Fuentes abbia fatto 'stranezze' e contrarie all'etica' sportiva. In passato anche il nostro prof. Conconi inventò strani metodi d'allenamento che fecero compiere prodigi agli atleti. La medicina sportiva, in Olanda così come in Spagna, trova consensi e tolleranze. Questo non guistifica gli atleti all'utilizzo di sostanze per 'cavalli da corsa' così come avveniva qualche tempo fa. Si gioca troppo e la bramosia di denaro non conosce limiti. Da noi stanno emergendo nefandezze legate al malaffare del calcio-scommesse. Altrove vi è la piaga dell'uso di farmaci, Epo di ultima generazione prodotto artigianalmente, senza la molecola inserita dalle aziende farmaceutiche, per farne scoprire l'uso. Bisogna arrestare questa deriva. Cosa hanno pensato gli spettatori ed i bambini presenti nello stadio di Amsterdam? Lo sport inteso come educazione fisica non contempla l'uso di surrogati. Diversamente rivedremo casi come quelli del quelli del portiere, 'fuori di testa', dell'AZ.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    22 Dicembre 2011 - 19:07

    il portiere ha fatto benissimo e a calci nel sedere dovrebbero essere presi tutti gli orchiclasti.

    Report

    Rispondi

blog