Cerca

Calciomarcio, Sartor va a casa Sei squadre a rischio penalità

L'ex calciatore del Parma ai domiciliari. In Serie A tremano Lazio, Novara, Genoa, Lecce, Atalanta e Chievo. E i giocatori...

Calciomarcio, Sartor va a casa Sei squadre a rischio penalità
Dopo Cristiano Doni, un altro protagonista del calcioscommesse lascia il carcere e torna a casa. Il Gip di Cremona Guido Salvini ha infatti concesso gli arresti domiciliari a Luigi Sartor, ex giocatore di Parma, Inter e Roma, in carcere dal 19 dicembre. Intanto i calciatori e le squadre di Serie A tirate in ballo da Carlo Gervasoni rischiano davvero grosso se le accuse nei loro confronti trovassero conferme nelle indagini. La lista fatta dall'ex calciatore della Cremonese è lunga. Tra le squadre coinvolte ci sono Lazio, Novara, Genoa, Lecce, Atalanta e Chievo. Tutte quante potrebbero ricevere una pesante penalizzazione in classifica forse già a marzo. A rischiare di più i biancocelesti e i bergamaschi ai quali verrebbero tolti tra i 6 e gli 8 punti. Intanto si è delineato l'elenco dei giocatori che, secondo Gervasoni, sarebbero coinvolti nel calcioscommesse. Come riporta Repubblica, tra i calciatori chiamati in causa ci sono il laziale Stefano Mauri, il capitano del Bologna Marco Di Vaio, i giocatori del Chievo Luciano e Sergio Pellissier, sei giocatori del Bari, Cristian Bertani della Sampdoria e infine Benassi, Ferrario e Corvia del Lecce. A tutti quanti verranno contestate le dichiarazioni di Gervasoni. Se ritenuti colpevoli potrebbero dover dire addio al calcio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • camaran

    03 Gennaio 2012 - 10:10

    ci sono almeno un paio di cose che non condivido in questa vicenda: - giocatori che prendono milioni all'anno che si svendono per scommesse di centinaia di migliaia di euro, è come se io che prendo 2000 euro mi vendesse per 3 denari. - l'esibizione come trofeo degli stessi arrestati (mi riferisco al video di Doni al momento dell'arresto, da chi è stato fatto e divulgato?) per finire anche Gesù Cristo ha avuto un processo percui trovo assolutamente fuor luogo alcune uscite di ex allenatori o di qualche cittadino, attendiamo il corso del processo e alla fine possiamo avere un parere motivato.

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    02 Gennaio 2012 - 19:07

    Difficile poter stabilire quale dei due peccati capitali sia attribuibile ai calciatori coinvolti nello scandalo del 'calcioscommesse'. Il calcio è un gioco che 'prende', infatti basta andare al Parco di Monza, in una domenica soleggiata, per vedere numerosi spazi verdi trasformati in campetti dove si disputano sfide amatoriali con in palio la classica: -pizza e birra- Giovani e meno giovani rincorrono un pallone che deve entrare in spazi delimitati da traverse e pali improvvisati. I partecipanti si divertono e dimenticano le fatiche della settimana lavorativa e/o di studio. Tornano bambini spensierati e felici. Non hanno invidie per nessuno e spesso applaudono l'improvvisato antagonista, con esclamazioni di stupore. Questo è lo sport! Magari La domenica pomeriggio si recano allo stadio per applaudire 'giocate', dei loro idoli, che non riuscirebbero mai a fare! Perché prendono in giro questa gente che ha il solo torto d'amare questo sport ?

    Report

    Rispondi

blog