Cerca

Dopo la rissa tifoso genoano ricoverato in gravi condizioni

Il giovane ha avuto una colluttazione con un agente: sbatte la testa. Coppa Italia, l'Inter batte il Genoa e vola ai quarti

Dopo la rissa tifoso genoano ricoverato in gravi condizioni

Prima della partita di Coppa Italia tra Inter e Genoa in scena a San Siro, si è sfiorata la tragedia. Massimo M. di 38 anni e tifoso del Grifone durante una colluttazione con un poliziotto, intorno alle 20.15, è caduto per terra sbattendo violentemente la testa. Trasportato in codice rosso, le sue condizioni sono apparse gravi in un primo momento, sono migliorate ed ora non è più in pericolo di vita. Adesso è piantonato in ospedale, in stato di fermo. Stando alla ricostruzione fornita da ambienti della Questura, il giovane tifoso era ubriaco e voleva entrare allo stadio per assistere alla partita. Il poliziotto ne ha impedito l'ingresso ma il ragazzo ha dato in escandescenze e ne è nata una colluttazione dove il giovane ha avuto la peggio.

La partita - L'Inter approda ai quarti di finale battendo un grigio Genoa. Ranieri, in vena di esperimenti, lancia il giovane Poli a centrocampo insieme a Sneijder dietro l'unica punta Castaignos. Maicon trova il gol al primo affondo interista con un sinistro imprendibile per Lupatelli. L'Inter tiene le redini del gioco, ma ci vuole poco contro una formazione, quella genoana, completamente rimaneggiata e con assenze eccellenti come Gilardino e Palacio. Il giovane Poli chiude di fatto la partita al 5 minuto mentre a nulla serve la rete di Birsa ormai allo scadere del recupero del secondo tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog