Cerca

Milan-Juve Gol di Muntari non visto, è caos Quasi rissa e insulti tra Galliani e Conte

Il match scudetto a San Siro finisce 1-1 con clamorosi errori arbitrali. L'ad rossonero: "Provate a lamentarvi". Il mister: "Mafia"

Milan-Juve Gol di Muntari non visto, è caos Quasi rissa e insulti tra Galliani e Conte
Il match scudetto tra Milan e Juventus è finito 1-1. Quello dei veleni forse è appena cominciato. Di sicuro, sabato sera a San Siro ci sono stati fuochi d'artificio. Quando al 25' del primo tempo, sull'1-0 per i rossoneri (rete di Nocerino con tiro deviato da Bonucci), l'arbitro Tagliavento non vede il gol di Muntari con Buffon che respinge la palla mezzo metro oltre la linea di porta (errore del guardalinee Romagnoli) si scatena il delirio. Non tanto in campo, con la partita che scorre comunque a nervi tesi. Molti falli, alcuni non visti come il mezzo pugno di Mexes a Borriello), altri gravi errori della terna arbitrale con il gol annullato a Matri per dubbio fuorigioco (Romagnoli, sempre lui) pochi minuti prima che lo stesso Matri firmi l'1-1 finale. Al 90' bis di quanto successo in coppa Italia, con Ambrosini e Chiellini che si cercano e vengono a contatto, tra spintoni e inseguimenti.

Insulti Galliani-Conte - Ma il delirio è soprattutto fuori, con l'ad rossonero Adriano Galliani e il tecnico bianconero Antonio Conte che non se le mandano a dire. Nell'intervallo, Galliani scende per protestare con Tagliavento e c'è anche Conte. Volano parole grosse. "Ora provate a lamentarvi", ha attaccato Galliani riferendosi alle proteste juventine per i rigori non concessi contro il Parma. E Conte, secondo quanto si apprende, avrebbe risposto evocando la "mafia" e con un insulto in pugliese, sotto gli occhi di due ispettori della Procura federale. Nel dopogara, Conte ha spiegato: "Con Galliani c'è stato uno scambio di opinioni, quando salgo dal sottopassaggio mi aspetto di non trovare gente che mi insulta, ma a volte non succede". Galliani, infuriato, lascia lo stadio subito dopo il faccia a faccia.

Allegri ironico - Il mister rossonero Massimiliano Allegri davanti alle telecamere trattiene a stento la rabbia: "O hanno sbagliato a tracciare il campo oppure la linea era più grossa... - ha sorriso sarcastico - Non mi sono arrabbiato, mi sono divertito perché è stata una bella partita. Purtroppo un episodio ha falsato partita. Indipendentemente da tutto, questo gol ci ha creato danno, sul 2-0 sarebbe stata una partita diversa. Questo dimostra che a star zitti si farebbe meglio... - ha insistito - Io sono toscano, se si cominciano a fare battute mi diverto". Quindi la punzecchiatura alla Juve: "La giustizia divina ti punisce per quello che dici. Io forse devo avere il permesso di Marotta per parlare... - ha aggiunto -. stiamo zitti, lasciamo lavorare gli arbitri in serenità, la prepotenza non fa parte del mio carattere. Comunque Tagliavento non ha sbagliato nulla, purtroppo l'assistente è incappato in un errore".

Buffon onesto - Diretto come sempre Gigi Buffon: "Sono molto onesto, la situazione era talmente convulsa e veloce che non me ne sono proprio reso conto - ha detto il portiere juventino -. E se me ne fossi reso conto, sono onesto nel dire che non avrei dato una mano all'arbitro". E Conte, davanti alle telecamere di Sky, prima prova a parlare della partita ("Complimenti al Milan, ha giocato 60' di grandissimo livello, mettendoci in difficoltà con le nostre stesse armi: la corsa, la determinazione") quindi cade di nuovo in una polemica, questa volta con il commentatore ed ex milanista Zvone Boban: "Che differenza c'è tra i due episodi?", ha continuato il tecnico paragonando il gol di Muntari e quello annullato a Matri per fuorigioco: "Non riesco a vederne la differenza. Per fortuna ci sono stati due errori arbitrali tecnici, se ce ne fosse stato uno solo sarebbe stato un disastro". Forse lo sa Silvio Berlusconi, che imbufalito per la squalifica confermata di Ibrahimovic ha dovuto mandar giù un altro boccone amaro e ha lasciato San Siro scurissimo in volto, prima di andare a festeggiare da Giannino.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roygrim

    27 Febbraio 2012 - 09:09

    Mi fanno ridere (per non vomitare) i milanisti che fanno le vittime! Sulla faccenda Ibra, fingono di dimenticare che 7 anni fa ci fu un'identica situazione quando il mercenario era alla Juve: 3 giornate di squalifica per prova televisiva, l'ultima giornata prevedeva Milan-Juve, ricorso dei bianconeri respinto (poi vinsero lo stesso 1 a zero). Ora, però, doveva essere ridotta a due, chissà perché. Favori arbitrali: vi dice niente Bologna-Milan di qualche settimana fa? un rigore netto, grosso come una casa per i rossoblu, arbitro che gira la testa da un'altra parte... Quanto alla partita di ieri, un gol per parte valido non assegnato, ma quello del Milan conta di più, dicono. Perché? perché la partita cambiava. Davvero? con 70 minuti ancora da giocare? Facciamo una modifica al regolamento, allora: quando si va sul 2-0, la partita finisce, fosse anche dopo due minuti dall'inizio. Chissà, in tal caso, come sarebbe finita Lecce-Milan di qualche mese fa, con i rossoblu in vantaggio 3-0...

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    27 Febbraio 2012 - 00:12

    Provo a riscrivere dicendo che l'arrabbiatura non è stata assorbita. Ogni volta che sento commenti sulla partita mi prendono conati di vomito. Possibile che si sia così partigiani e che nessuno, ma proprio nessuno riesce a capire che così facendo i giovani preferiranno i video game e le partite simulate che sono più divertenti? Lo scandalo del goal annullato al Milan completato dal balletto sulle responsabilità, tra il portiere juventino, che ha visto tutto ed ha fatto il furbo;l'allenatore dai folti capelli, che ha reso elettrico l'ambiente e dirigenti megalomani che fanno gesti sconci in tribuna. Particolarmente quello che quando giocava veniva tacciato d'essere uno che imbrogliava tutti: arbitri, avversari e pubblico! Lo squallido spettacolo è stato messo in scena da finti attori che hanno recitato una sceneggiata torinese-pugliese. Gli spettatori credevano di essere andati alla Scala del calcio, ma, dopo l'annullamento del goal di Muntari hanno capito che erano all'oratorio!

    Report

    Rispondi

  • Vispateresa

    Vispateresa

    26 Febbraio 2012 - 18:06

    Veramente arduo credere alla buona fede del gardalinee . La situazione del gol annullato alla Juve è certamente più difficile da valutare quindi..... E dire che sono interista e certe cose non le dovrei dire !!!!!!

    Report

    Rispondi

  • gdibitonto

    26 Febbraio 2012 - 16:04

    Come al solito arbitro e guardialinee rovinano una festa di sport. Il guardialinee era in perfetta linea e non coperto, come ha fatto a non vedere il goal? Sul 2 a 0 la partita avrebbe preso un'altra piega e il Milan avrebbe sicuramente vinto. Non si può bilanciare in alcun modo il goal annullato alla Juve con quello del Milan. Così il campionato è falsato e nel caso dovesse la Juve vincere lo scudetto resterebbero dei dubbi in eterno, come dei dubbi sono rimasti su tutti gli scudetti vinti dalla Juve per le ben note vicende. Moviola un campo, per far si che, chi vince, vince meritatamente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog