Cerca

La doppia morale di Prandelli Convoca il Buffon immorale

L'allenatore della Nazionale non convoca Balotelli e Osvaldo per la loro condotta disciplinare mentre chiude un occhio per il portiere

La doppia morale di Prandelli Convoca il Buffon immorale

Questa volta Prandelli ha toppato. L'allenatore della Nazionale italiana ha sempre dichiarato che la convocazione di un calciatore deve rispondere a due meriti: uno prettamente sportivo, l'altro, morale. Cassano, ad esempio, non fu convocato quando insultò il presidente della Sampdoria Garrone. Stessa sorte è toccata adesso a Balotelli e Osvaldo, entrambi espulsi nelle loro rispettive squadre. Il primo diede un calcio in faccia ad un giocatore del Tottenham, il secondo invece è stato cacciato per un fallo di reazione, durante la partita contro l'Atalanta. Niente da eccepire fino a questo punto. Peccato che Prandelli abbia convocato anche Gianluigi Buffon, capitano e portiere della Nazionale. Il giocatore della Juventus, infatti, si è reso protagonista di una condotta non proprio meritevole nel post partita di Milan-Juventus, giocata domenica scorsa. Buffon, in merito al gol valido di Muntari annullato dalla terna arbitrale, aveva dichiarato senza mezzi termini: "Non ho visto se la palla è entrata, ma se lo avessi visto di sicuro non avrei aiutato l'arbitro". Parole di certo non in linea con l'etica e la moralità perseguiti dal "Prandelli pensiero". A quanto pare l'allenatore della Nazionale adotta due pesi e due misure.

I convocati - Prandelli ha diramato la lista dei convocati, in vista dell'amichevole di mercoledì 29 a Genova contro gli Stati Uniti. Portieri: Buffon (Juventus), De Sanctis (Napoli), Sirigu (Paris St. Germain), Viviano (Palermo). Difensori: Abate (Milan), Astori (Cagliari), Balzaretti (Palermo), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Criscito (Zenit San Pietroburgo), Maggio (Napoli), Ogbonna (Torino). Centrocampisti: De Rossi (Roma), Marchisio (Juventus), Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Paris St. Germain), Nocerino (Milan), Pirlo (Juventus). Attaccanti: Borini (Roma), Giovinco (Parma), Matri (Juventus), Pazzini (Inter).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LADONNADISION

    22 Marzo 2012 - 19:07

    Si ricorda a Vric prima di offendere Buffon con tutti gli epiteti nel suo carnet, che Di Canio o di gattio, può aver fatto tutto quello che ha fatto, ma fare il saluto nazifascista in mezzo ad un campo di calcio.............. non è ne etico, ne morale, ed è invece da pezzo di..........come è lui, fatto e finito.

    Report

    Rispondi

  • 73GIGA

    29 Febbraio 2012 - 21:09

    sono milanista, non giudico Buffon ne tanto meno quello che pensa o dice, però se Prandelli lasciasse perdere la cavolata dell'etica morale...anche perchè non la sa gestire, o meglio interviene da opportunista

    Report

    Rispondi

  • maumau65

    29 Febbraio 2012 - 11:11

    Spiace vedere messo sotto accusa uno come Gigi Buffon.....io lo considero un eroe dei nostri tempi visto quello che ci ha fatto vivere nel 2006....sarò sempre grato a quel gruppo di giocatori qualunque maglia indossano.....poi visto che il processo è paartito da Repubblica non è chè sta sui coglioni perchè forse Gigi è di destra???....almeno si mormora.....tengo a precisare che non sono juventino ma romanista....

    Report

    Rispondi

  • vric

    28 Febbraio 2012 - 01:01

    il portiere della nazionale di calcio e' in buffone di nome e di fatto. Si ricorda al caro buffon- e che un calciatore di nome Di Canio , rifiuto' un calcio di rigore che l'arbitro gentilmente gli concesse.Il tanto chiacchierato Di Canio che si comporto' da vero sportivo. Prandelli e' un altro che predica bene ma razzola male.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog