Cerca

La Juventus coi conti in rosso a fine 2011 debiti per 125 milioni

Il dato appesantito dagli investimenti effettuati per il nuovo stadio. E per il 2012 la società bianconera prevede nuove perdite significative

La Juventus coi conti in rosso a fine 2011 debiti per 125 milioni

Sul campo non conosce sconfitte. Nei libri contabili, invece, sì. Al 31 dicembre 2011 la posizione finanziaria della Juventus è negativa per 125,1 milioni di euro, con una variazione negativa di 3,9 milioni rispetto al saldo negativo al 30 giugno 2011. Un dato che si spiega essenzialmente con gli investimenti effettuati per il nuovo stadio di circa 36 milioni. Per l'esercizio 2011/2012 è prevista una perdita significativa - spiega la società bianconera in una nota del consiglio d'amministrazione tenutosi oggi - peraltro inferiore a quella dell'esercizio 2010/2011, in quanto esso è negativamente influenzato dalla mancata partecipazione alla Uefa Champions League, dalla sostanziale stagnazione dei ricavi generati dalla vendita centralizzata dei diritti radiotelevisivi, nonchè dagli effetti economici derivanti dal processo di rinnovamento della rosa della prima squadra. Peralto, i ricavi beneficeranno ulteriormente dall'apertura del nuovo stadio di proprietà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    01 Marzo 2012 - 12:12

    I milanisti e tutti gli anti-juventini non accettano provocazioni. Essere arrabbiati ed offesi, per quanto estorto sabato sera, non solo al Milan, ma, al calcio italiano, non significa ignorare i problemi economici di tutte le squadre italiane. Piuttosto c'è da pensare se 70 mila 'stupidi' si lasceranno prendere ancora in giro nella maniera che si è dimostrata nella partita di sabato. Il problema è quello di ridare credibilità ad un movimento calcistico composto da dirigenti arraffoni e da calciatori ultra-viziati che scendono in campo solo perché sono protetti dalla proprietà. Anche qui mancano regolamenti e leggi che impongano il pareggio di bilancio. Si abusa abbondantemente del concetto di falso in bilancio, purtroppo depenalizzato dall'esecutivo Berlusconi(è quasi come quello che ha fatto Buffon sabato sera) e si consente a squadre come la Lazio che sarebbe dovuta scomparire dal panorama calcistico nazionale ed internazionale. Il calcio sta morendo a prescindere da sabato sera!

    Report

    Rispondi

  • gio43

    01 Marzo 2012 - 11:11

    Il bilancio di libero è in rosso? Ecco i dettagli del bilancio Juve fatto un copia incolla dal sito www.ju29ro.com. Bilancio economico ancora in rosso, ma il miglioramento c'è - Il Consiglio d'Amministrazione della Juventus ha approvato ieri i dati della relazione finanziaria trimestrale relativi al primo semestre 2011-2012. La sintesi dei risultati al 31 dicembre 2011 evidenzia una perdita di 34,6 milioni di euro che, seppur notevole, è inferiore di 4,9 milioni rispetto ai 39,5 di un anno fa. Sono diminuiti dell'8,8% i costi operativi (da 100,1 a 91,3 mln di euro): sono stati infatti limati, i costi degli ingaggi del personale tesserato (4,4%, da 66,1 a 61,7 mln) e gli oneri da gestione dei diritti dei calciatori (6,5%, da 8 mln a 1,5 mln); determinanti anche i maggiori ricavi da gare ( 8,6) e da sponsorizzazioni (3,7%) e l'assenza di oneri non ricorrenti (che erano di oltre 7,3 mln); cominciano dunque a dare i loro frutti la gestione più oculata del parco giocatori e l'effetto Juventus Stadium. La perdita di 34,9 milioni di euro è una sofferenza determinata dai minori proventi da diritti televisivi e proventi media (-8,2 mln), da minori proventi da gestione diritti calciatori (-7,2 mln), dai maggiori ammortamenti diritti calciatori (-5,9 mln) e da maggiori ammortamenti su altre immobilizzazioni (-3,6 mln). La posizione finanziaria netta, negativa per 125,1 milioni di euro (rispetto al saldo negativo di 121,2 mln al 30 giugno 2011, deriva principalmente dagli investimenti riferibili al nuovo stadio per 36 milioni di euro e dagli esborsi derivanti dalla campagna trasferimenti per 38,6 mln, parzialmente compensati dal versamento in conto capitale da Exor S.p.A per 72 milioni di euro. Per il secondo semestre il documento prevede ancora una "perdita significativa, peraltro inferiore a quella dell´esercizio 2010/2011, in quanto esso è negativamente influenzato dalla mancata partecipazione alla UEFA Champions League, dalla sostanziale stagnazione dei ricavi generati dalla vendita centralizzata dei diritti radiotelevisivi, nonché dagli effetti economici derivanti dal processo di rinnovamento della rosa della Prima Squadra. Peraltro, i ricavi beneficeranno ulteriormente dell´apertura del nuovo stadio di proprietà della Società". E, oltre agli introiti portati dallo Juventus Stadium, anche l'attuale andamento sportivo della squadra, che autorizza buone speranze di qualificazione in Champions League, può far sperare in un futuro meno rosso e più roseo anche in termini di bilancio

    Report

    Rispondi

  • alvit

    01 Marzo 2012 - 10:10

    Solitamente si portano i libri in tribunale e si dichiara FALLIMENTO. Già la Fiat e' arrivata alla canna del gas da anni e anni, ancora quando era gestita dal FINTO AVVOCATO, mai laureato agnelli. Ora la squadra . Ma fino a quando questo governo di fuffa ci prenderà per le chia@@e? Chiusura della società, recupero delle risorse rimaste, e blocco dello stadio progettato. Siamo stanchi di pagare sempre noi.

    Report

    Rispondi

  • blanks

    01 Marzo 2012 - 10:10

    ..ci pensa quella testa fine di Andrea e rimetterli a posto:svendendo qualche risorsa-a suo tempo formata dallo zio affarista con i soldi dello Stato- in terra italiana...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog