Cerca

Scommesse, il calcio trema Polizia: "Colpiremo duro"

Manganelli: "Le indagini non sono finite, nelle prossime ore sviluppi estremamente significativi". Nuova ondata di arresti?

Scommesse, il calcio trema Polizia: "Colpiremo duro"

Scommesse illegali, la bufera sul calcio deve ancora arrivare. Lo fa intuire il capo della Polizia Antonio Manganelli annunciando che le forze dell'ordine colpiranno duro: "Le indagini non sono finite e stanno portando, in questi giorni e in queste ore degli sviluppi estremamente significativi". "Proseguiremo sulla strada del rigore - assicura Manganelli - e faremo tutto il possibile per sanare questo settore, perché non ci va che venga inquinato. Faremo investigazioni anche all'estero, grazie all'Interpol, perché le indagini ci portano ad altri Paesi non solo europei". Manganelli, che ha ricordato di essere "figlio di un   centravanti", ha spiegato anche la particolarità delle scommesse: "Sono truccate spesso anche piccole cose che apparentemente possono sfuggire: si scommette sul primo fallo laterale o sul primo calcio d'angolo e basta una sola persona che si inserisce in questa combine per assicurare la riuscita di queste operazioni illecite". Parole che gettano una nuova luce sugli sviluppi dell'indagine, che come ultima tappa ha l'arresto tra gli altri del portiere del Piacenza Mario Cassano (nella foto) e del factotum del Bari Angelo Iacovelli, il 4 febbraio scorso.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    06 Marzo 2012 - 10:10

    Iniziare la grande moralizzazione partendo dallo sport è cosa buona e giusta. Gli sport dovrebbero essere praticati non soltanto come disciplina del fisico ma anche come rispetto degli antagonisti e delle regole insite nella disciplina sportiva. Tutte le furberie dovrebbero essere severamente punite anche con la radiazione di chi le commette. Liberare lo sport dalle furbizie vuol dire che non si possono accettare comportamenti del tipo:-" anche se avessi visto l'irregolarità non l'avrei denunciata perché farebbero tutti così"- Sono questi gli atteggiamenti che poi portano a dire:-"ma in fondo che male c'è a concordare un risultato che sta bene ad entrambe le squadre?"-Sono questi personaggi che possono essere facilmente avvicinati dalla malavita. La loro labile morale accompagnata dall'avidità è la negazione dello sport inteso anche come insegnamento di vita. Per questo motivo, forza Manganelli, avanti tutta! Liberate gli sport da malfattori e parassiti! Lo sport ha senso se praticato!

    Report

    Rispondi

blog