Cerca

Fallo assassino sul portiere Guerrero da censura: video

Bundesliga, il peruviano dell'Amburgo entra durissimo sul portiere dello Stoccarda: maximulta e squalifica in arrivo

Fallo assassino sul portiere Guerrero da censura: video

Il calciatore peruviano Paolo Guerrero è soprannominato El barbaro e un motivo ci sarà. L'ennesima dimostrazione il 28enne attaccante dell'Amburgo l'ha data nell'ultimo turno di Bundesliga, con la sua squadra travolta 0-4 in casa dallo Stoccarda. Al 10' del secondo tempo, sul risultato di 0-3, Guerrero rincorre con rabbia un pallone che sta finendo oltre il fondo. Il portiere dello Stoccarda Sven Ulreich protegge la sfera quando il peruviano interviene in scivolata per colpirlo volontariamente alla gamba. Il portiere viene colpito al polpaccio, pochi centimetri e ci avrebbe rimesso la gamba. Il fallaccio naturalmente è costato il rosso diretto a Guerrero, che rialzatosi si è addirittura dimostrato stupito dalla decisione dell'arbitro. Uscito tra gli insulti, i fischi e i gestacci dei tifosi, il Barbaro ha poi chiesto scusa alla squadra, commentando però polemicamente: "Non capisco tutte queste discussioni, il portiere ha continuato a giocare...". Già, e probabilmente ha continuato a tornare allo stadio anche quel tifoso che lo stesso Guerrero colpiù con una bottiglietta nel 2010. Allora meritò 70mila euro di multa e 5 giornate di squalifica, questa volta rischia sei turni di stop e un altro salasso.


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    06 Marzo 2012 - 11:11

    La punizione giusta per chi commette un fallo del genere è la radiazione. In questo atteggiamento c'è tutto quello che di antisportivo contiene il gioco del calcio. In Italia abbiamo assistito alla giusta punizione inflitta, ad un calciatore, per un atteggiamento antisportivo. Purtroppo in quella partita non si è usato lo stesso metro di giudizio per altro calciatore che ha da sempre atteggiamenti antisportivi che irritano non solo i tifosi di parte ma anche quelli neutrali. Gli organi disciplinari si stanno dimostrando di parte ed assoggettati a discutibili decisioni disciplinari, come quella descritta. La conferma di questo sospetto si è notata domenica all'ora di pranzo dove un direttore di gara ha preso delle decisioni che sarebbe improprio definire balzane. Le lamentele nascondono quasi sempre interessi che vorrebbero giustificare scelte programmatiche sbagliate. Con i 'brocchi' e gli scarponi non si possono vincere i campionati. Se ciò accadrà allora c'è qualcosa che non va'.

    Report

    Rispondi

blog