Cerca

Juve fermata dal Bologna Milan da solo in testa

recuperi Serie A:iI bianconeri non vanno oltre l'1-1, espulso Conte per proteste. Rossoneri primi in classifica con due punti di vantaggio

Juve fermata dal Bologna Milan da solo in testa

Si chiudono con altrettanti pareggi, i tre recuperi  del campionato di Serie A giocati stasera. E il risultato che più conta è quello che arriva dal Dall'Ara dove il Bologna ha fermato sull'1-1 la Juventus. Conta perchè sancisce il primato solitario in classifica del Milan a quota 54 punti contro i 52 dei bianconeri a parità di partite giocate. In quello che era il recupero della 23esima giornata, i rossoblu erano addirittura andati in vantaggio al 17' del primo tempo con una rete di marco Di Vaio. Per la Juve, Vucinic pareggiava nella ripresa al 13'. Espulso per proteste il tecnico bianconero Antonio Conte, che invocava un rigore su de Ceglie non concesso dall'arbitro Banti. Nelle altre due partite giocate oggi, Cesena e Catania hanno pareggiato 0 a 0 nel recupero della 22esima giornata. Mentre Parma e Fiorentina hanno chiuso sul 2-2 nel recupero della 23esima. La nuova classifica della Serie A: Milan 54 punti; Juventus 52; Lazio 48; Udinese 46; Napoli 43;   Roma 38; Inter 37; Catania 35; Palermo e Chievo 34; Atalanta,   Fiorentina, Genoa e Bologna 32; Cagliari 31; Parma 30; Siena 29; Lecce  25; Novara e Cesena 17.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    08 Marzo 2012 - 11:11

    Le gerarchie si sono confermate. Troppe chiacchiere attorno ad una questione che appare logica più di quanto non si creda. Nel calcio in genere primeggia la squadra più forte. Una realtà difficile da accettare soltanto per i faziosi. Ma, se non esistessero le fazioni il calcio non avrebbe seguito. Trovo molto interessante la lotta per la terza posizione in classifica. Un gruppo di squadre emergenti ed una nobile decaduta: l'Inter. Se non prevarranno ragioni economiche ci potrebbe essere la grande sorpresa dell'estromissione dei nerazzurri dalla Champions L. Questo a meno del 'miracolo' che vedrebbe l'Inter primeggiare in Europa! Sogni che appartengono ai tifosi di tutte le squadre. Non sognare significa confrontarsi con la dura realtà di un calcio italiano spinto dai propri errori verso l'emarginazione in Europa. Le nostre compagini, nelle competizioni europee,sono poco o niente tutelate. M. Platini, rifiutando la tecnologia in campo, è un uomo fuori dal tempo nello sport moderno.

    Report

    Rispondi

blog