Cerca

Sneijder e il salto del Naviglio Via dall'Inter, sogna il Milan

Wesley stufo del nerazzurro ma attaccato all'Italia, cerca il clamoroso trasferimento in rossonero. E Galliani ci pensa...

Sneijder e il salto del Naviglio Via dall'Inter, sogna il Milan

È una storia ormai consumata, i cui i titoli di coda non sono stati scritti lo scorso gennaio solo per questioni di immagine o paura di contestazioni. Il calciatore Wesley Sneijder è come il soldato di leva che vede la fine della naja: speranzoso, segna l’ennesima x sul calendario. Chi ha visto ultimamente giocare l’olandese non sarà di certo rimasto impressionato: nervoso, appesantito, a tratti indisponente e soprattutto con la testa altrove. L’ex stella del memorabile Triplete sembra un oggetto misterioso.

Il countdown per la sua partenza è ufficialmente iniziato, immaginando come approdo finale la Spagna, l’Inghilterra o la fredda Russia. Mentre impazza il toto trasferimento, si fanno due conti economici, con una valutazione che rispetto i picchi massimi ha già perso per strada un bel 30 per cento. Riteniamo che oggi nessuna dirigenza possa offrire più di 25 milioni di euro, visto l’alto ingaggio richiesto dal giocatore. Ma da qualche giorno sta nascendo una pazza idea, assai suggestiva per una tifoseria e abominevole per un’altra. Lo scaltro Wesley i conti in tasca li sa far molto bene e, del resto, lui a Milano ha sempre dichiarato di trovarsi a suo agio. Che speri di fare il salto sulla sponda rossonera del Naviglio tra le amorevoli braccia di Galliani? La giovane e splendida moglie non si opporrebbe, fatalmente attratta da moda, design e social life. Vi immaginate la procace signorina nelle tristi nebbie della perfida Albione, o tra le gelide steppe degli zar moscoviti? E il mondano Wesley? Difficile rinunci ai locali milanesi, ché a Manchester troverebbe solo l’amico Balotelli...

Nei quartieri alti e nei ristoranti alla moda, circolano spifferi, voci e indiscrezioni, tanto che gli attivi frequentatori di Twitter stanno scommettendo sull’improvvisa e bizzarra amicizia tra Sneijder e il dirimpettaio rossonero Kevin Boateng.  Si sono visti poche sere fa per una cena sushi e assieme hanno festeggiato il recente compleanno del “principe” ghanese, in compagnia delle dolci metà, Yolanthe Cabau e Melissa Satta. L’inaspettato idillio risulta assai sospetto, anche se sicuramente i due furbacchioni scaricheranno la responsabilità sulla simpatia nata tra le rispettive e splendide compagne. L’impressione è, in realtà, che l’olandese sia in fase di semina, cercando di rendere fertile il terreno per una eventuale trattativa, patron Moratti permettendo, ci mancherebbe...

di Massimo De Angelis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    09 Marzo 2012 - 15:03

    Premetto che ritengo Wesley Sneijder un campione a cui è stato negato un sacrosanto pallone d'oro che meritava gli fosse assegnato nell'anno del mondiale in Sudafrica. L'inopinato errore di Arjen Robben ha falsato l'assegnazione del premio messo in palio da France Footbal. Questo è stato poi riconosciuto ad un insipiente, almeno in quella stagione, Leo Messi. I gusti dei 'giornalai sportivi' sono assai vulnerabili e talvolta appaiono dubbi. Ma l'asso olandese, dell'Inter, non può interessare al Milan e non può essere Kevin Prince a perorare il suo acquisto perché sarebbe un concorrente alla sua titolarità nel Milan. Quindi anche qui credo che ci sia bisogno di maggiore prudenza nell'ascoltare le voci di mercato. Ad ogni buon conto faccio i migliori auguri a Wesley Sneijder perchè è un fuoriclasse e troverà posto in un top team . Tre stagioni or sono il Milan, tra lui e Klass Jan Huntelaar, scelse quest'ultimo. Ora l'ipotesi d'acquisto del trequartista dell'Inter apparirebbe balzana!

    Report

    Rispondi

blog