Cerca

La Juve afflitta da pareggite Milan, adesso è mini fuga

Diavolo 2-0 al Lecce, Signora 0-0 in casa del Genoa: rabbia per gli errori arbitrali e 4 punti di svantaggio

La Juve afflitta da pareggite Milan, adesso è mini fuga

Il Milan allunga le mani sulla Serie A. Nella 27esima giornata si sbarazza con due gol del Lecce (i rossoneri hanno dominato e avrebbero potuto vincere con un margine maggiore) mentre la Juventus, ormai ufficialmente affetta da 'pareggite', è stata bloccata a Marassi dal Genoa per 0-0. Bianconeri in silenzio stampa e furiosi per i presunti torti arbitrali: annullato un gol a Pepe mentre non è stato concesso un rigore per il fallo di Matri. A San Siro continua il dominio di Zlatan Ibrahimovic, ancora una volta protagonista assoluto con uno strepitoso assist per il primo gol di Nocerino e con una sassata da fuori area, nella ripresa, che ha fissato il punteggio sul 2-0. Il Milan balza a 4 punti di vantaggio dalla Vecchia Signora.

Crollo Lazio e Udinese - Nel posticipo della domenica sera, dopo l'acuto nel debry, all'Olimpico crolla la Lazio, battuta per 3-1: i biancocelesti perdono una grande occasione per avvicinarsi al secondo posto (ora sono a 5 lunghezze). Cade anche l'Udinese sul campo del Novara, che risorge grazie a un colpo di testa di Jeda e può ancora coltivare vaghe speranze di salvezza.

Sogno Catania - Sugli altri campi pari e spettacolo tra Atalanta e Parma, anche se il match finisce soltanto 1-1. Il solito Lodi, su calcio di rigore, realizza il suo nono gol in campionato e regala i tre punti al Catania, che si sbarazza della fiorentina: i siciliani volano nelle parti alte della classifica. A Cesena i padroni di casa, sempre più ultimi, sono stati battuti per due a zero dal Siena.

LA CLASSIFICA

Milan 57
Juventus 53
Lazio 48
Napoli 46
Udinese 46
Roma 41
Inter 40
Catania 38
Bologna 35
Palermo 34
Chievo 34
Atalanta 33*
Genoa 33
Siena 32
Fiorentina 32
Parma 31
Cagliari 31
Lecce 25
Novara 20
Cesena 17

* Sei punti di penalizzazione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    12 Marzo 2012 - 16:04

    La disonestà intellettuale dovrebbe essere esclusa almeno quando si danno, come ha fatto lei, dei giudizi di parte. Che i tifosi non siano molto obbiettivi, compreso il sottoscritto, è un fatto che si spiega proprio con le ragioni campanilistiche e di parte. Tuttavia le classifiche virtuali non sono niente affatto presunte e si basano su studi statistici tenendo conto anche di quanto lei ha rilevato circa il minuto dell'evento contestato. Quindi prima di dare del disonesto a qualcuno la pregherei di documentarsi ed informarsi. Oggi era presente a San Siro Gianni Rivera in compagnia do Michel Platini. Ripassando episodi del passato lei si accorgerà che ben più gravi furono avvenimenti accaduti in quegli anni. Soltanto che allora non vi erano dettagliate informazioni e documentazioni televisive. Senza rancore perché tra i tifosi c'è ne già troppo!

    Report

    Rispondi

  • AGOUNTER

    12 Marzo 2012 - 14:02

    Le classifiche virtuali (ammesso che siano vere quelle citate dal nostro), non dicono la verità. Infatti gli episodi vanno commentati cronologicamente. Ad esempio l'episodio muntari sarebbe stato molto più grave se fosse avvenuto a 5 minuti dalla fine piuttosto che al 24° del primo tempo. Ad esempio Juve.Chievo: Il gol di de ceglie sembra in fuorigioco, per cui la partita sarebbe rimasta sullo 0-0. Poi però al 10° del secondo tempo andava espulso Dramè, e la Juve avrebbe avuto 35 m inuti si superi0rità numerica, e sopratutto Dramè non avrebbe segnato il golo che ha fatto. Chiaro? Dopo la partita di ieri, i media tentano di considerare gli errori di Rizzoli uguali per entrambe le squadre, in virtù di un presunto fallo da rigore di Pirlo nei minuti di recupero. DISONESTI INTELLETTUALMENTE. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • alby118

    12 Marzo 2012 - 13:01

    Non capisco perchè si commenti la partita del Milan '' avrebbe potuto vincere con più goals di scarto''; perchè se la Juve avesse vinto con 4/5 goals di scarto ci sarebbe stato qualcosa da dire ???

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    12 Marzo 2012 - 12:12

    Calma e gesso. Il Milan ieri ha confermato un primato che aveva raggiunto con la forza di volontà del gruppo, di campioni indomiti, che ha nel suo organico. Paradossalmente 'l'episodio Muntari' ha dato il la' ad una veemente reazione, poi concretizzatasi a Palermo, che è proseguita ieri con una vittoria voluta seppur ottenuta non come il Milan fa' solitamente. Il campionato è ancora lungo e 4 punti di vantaggio sono un'inezia. La Juventus, pur con qualche eccesso di nervosismo, è ancora una pericolosa concorrente al titolo. Ma invito tutti coloro che si lamentano a guardare le classifiche virtuali compilate da istituti, seri, di statistica. Il Milan avrebbe un maggior margine nei confronti della Juventus. Per le diatribe, sulla volontarietà dei falli, oltre alla tecnologia,proporrei il ripristino della punizione indiretta in area di rigore. Inoltre dovrebbe valere anche l'antica regola, non scritta,che in un contrasto in area si privilegino le ragioni del portiere o del difensore.

    Report

    Rispondi

blog