Cerca

Sir Ibrahimovic a giornalista: "Che cazzo guardi?"

Bisticcio dell'attaccante con Vera Spadini di Sky al termine di Milan-Lecce. Poi la retromarcia dell'attaccante: le telefona e chiede scusa

Sir Ibrahimovic a giornalista: "Che cazzo guardi?"

Zlatan Ibrahimovic, croce e delizia del Milan. Lo svedese non ha un rapporto idilliaco con la stampa, e domenica, al termine della partita di San Siro vinta per 2-0 dai rossoneri contro il Lecce, se ce ne fosse ancora bisogno è arrivata una nuova conferma. Intervistato dai mircrofoni di Mediaset Premium, a un certo punto Zlatan alza lo sguardo e se la prende con qualcuno. Con accento milanesissimo impreca: "Che cazzo guardi?". E quindi scaglia via un fermacapelli.

Ibra alla Spadini: "Che cazzo guardi?"
Il video su LiberoTV

Spadini nel mirino - Si è poi scoperto che Ibra ce l'aveva con la giornalista di Sky, Vera Spadini. Al termine della partita lei aveva chiesto all'attaccante della discussione con Allegri, e lui non ha gradito: "Vi dovete informare prima di dire le cose", aveva spiegato prima di cominciare l'intervista con Mediaset. Così la Spadini, un po' basita, fissava Ibra mentre parlava con l'altra televisione. Lui se ne accorge, la guarda, le lancia l'elastico e tuona: "Che cazzo guardi". Ibra fa le bizze come un ragazzina.

Le scuse - A quel punto la Spadini si è allontanata, e Zlatan, immediatamente congedato da Mediaset, si avvia verso gli spogliatoi. Eppure si è poi scoperto che Ibra, in maniera forse per lui inconsueta, si è prodigato in un galante passo indietro: pochi minuti dopo l'incidente avrebbe chiamato la giornalista per un chiarimento e per le scuse. Poi le è arrivato un mazzo di fiori: mittente Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    13 Marzo 2012 - 11:11

    Caro amico milanista spero che il postato sia semplicemente ironico. Lei ha elencato una serie di avvenimenti che nel team Milan non potranno mai accadere. Ha pronunciato anche la parolaccia che, purtroppo, non è più ritenuta blasfema. Quando ero ragazzo alcune compagne di scuola usavano come premessa quella parola. Quei tempi sono molto cambiati e le donne, a volte, sono anche più volgari degli uomini. Sta di fatto che l'uguaglianza, fatto estremamente positivo, ha messo sullo stesso piano donna e uomo. Non può essere data colpa specifica ad uno di trent'anni, per di più educato in un Paese dove l'uguaglianza dei sessi è da sempre una realtà, una valenza relativa ad espressioni che nelle giovani generazioni era e forse è ancora una consuetudine(basta leggere molti nostri post). No caro amico, il Milan multerà Zlatan, come è giusto faccia, ma il linguaggio convenzionale non lo si impone!

    Report

    Rispondi

  • bersa56

    13 Marzo 2012 - 00:12

    Ibra ma non è che ti sei montato la testa slavo di merda ricordati che nel nostro bel paese tù cafone sei solo un ospite.

    Report

    Rispondi

  • beylerbey

    13 Marzo 2012 - 00:12

    ..e 26 con il mio, per una solenne stronzata!!!E' stato maleducato? Si. Si è poi scusato? Si. E allora basta!!! Discorso chiuso, saranno azzi loro, a noi che ce ne frega? Nulla, ma nel paese del Grande Fratello 24 ore su 24 bisogna parlare del nulla, di aria fritta. Non potremo mai migliorare, saremo sempre un popolo di impiccioni. CORDIALMENTE.

    Report

    Rispondi

  • 73GIGA

    12 Marzo 2012 - 23:11

    e smettiamola, qualsiasi cosa fa, 2 palle così !!!!!!! gioca a calcio mica fa il maestro ...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog