Cerca

Agnelli, rabbbia Juventus: "Vincere contro tutto e tutti"

Il presidente bianconero interrompe il silenzio stampa di 24 ore, resta la polemica con gli arbitri: "Tornare in alto per noi è dura"

Agnelli, rabbbia Juventus: "Vincere contro tutto e tutti"

La Juventus mette fine al silenzio stampa di 24 ore. Lo fa con il presidente Andrea Agnelli, che non molla la presa sugli errori arbitrali: "Sapevamo che riportare la Juve al successo avrebbe richiesto grandi sforzi. Lo stiamo facendo e ci siamo resi conto che dobbiamo essere in grado di lottare contro tutto e contro tutti, consapevoli del fatto che la nostra forza  è sufficiente per ottenere risultati". Il figlio di Umberto, che ieri ha accompagnato il presidente Uefa e simbolo bianconero Michel Platini in una visita allo Juventus Stadium, ha spiegato la scelta di cucirsi le bocche dopo lo 0-0 in casa del Genoa, segnato da occasioni da gol sprecate e decisioni arbitrali discusse, tra cui una rete regolare di Pepe annullata per fuorigioco: "Ho trovato corretto avere un momento di riflessione ieri (domenica, ndr). Alcuni pensieri espressi nel recente passato hanno suscitato molta attenzione, dunque abbiamo ritenuto che un giorno di riflessione avrebbe fatto bene". "Il percorso iniziato un paio di anni fa sta ottenendo risultati importanti: quest'anno siamo partiti affrontando due competizioni e a marzo siamo ancora in corsa su entrambe. Di questo va dato grande merito all'area tecnica, che ha costruito una squadra competitiva, e al mister e ai suoi ragazzi, che   stanno disputando una stagione veramente notevole".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • granchiorossonero

    13 Marzo 2012 - 16:04

    Ma vogliamo cominciare con i dossier? Ma allora vogliamo tornare ai tempi di Lo Bello? Di Dino Viola? Della monetina di Alemao? Del rigore su Ronaldo? Gente la conoscete la storia?Il calcio e' colmo di episodi piu' o meno clamorosi e in tutte le epoche.Il fatto e' che la Juve dopo il regno di Blanc e Secco,ha bramosia di tornare a vincere e vorrebbe cancellare la stagione di calciopoli al piu' presto ,rinnegando chi l'ha fatta comunque vincere tanto (Moggi e Giraudo) e per rifarsi quindi una verginita', ma non ci riesce perche' Conte e' un clone del peggior Mourinho, Andreino Agnelli non ha ne' lo stile ne' la classe dell'Avvocato storico e Marotta e ' un livoroso che vorrebbe surclassare Galliani ma ce ne vuole.E poi il fatto che la Juve si lamenti degli arbitri fa veramente ridere. Forza vecchio Diavolo.

    Report

    Rispondi

  • bago2009

    13 Marzo 2012 - 13:01

    certo che trovarsi dall'altra parte della barricata non è facile per chi non è abituato!!! si consoli, in fondo è solo questione di tempo e poi ogni cosa si sistemerà e tornerà come prima... ci sono tutti i presupposti, compresi i rapporti di amorosi sensi con coloro i quali offrono loro di giocare da squallidoni la coppetta di inizio stagione... p.s. a proposito di stile juve... meglio essere "volgari", ne guadagna l'olfatto!!

    Report

    Rispondi

  • marcoland

    13 Marzo 2012 - 10:10

    Vorrei complimentarmi per lo stile Juve.. ma purtroppo non posso.. dato che se si deve dirla tutta è troppo facile lamentarsi silo per quello che non ti viene dato e dimenticare quello che hai ingiustamente avuto... (non da ultimo il goal irregolare contro il Chievo... o ancora meno evidente il goal non convalidato al Milan) In fin dei conti questo stile mi ricorda un po' il "vedere la paglizza negli occhi altrui non vedendo la trave nei propri" Ancora una volta complimenti juve ed agnelli perche avete perso l'occasione per stare zitti p.s Forza Hellas (così capite che ho parlato di torti a team che non sono nel mio DNA....)

    Report

    Rispondi

blog