Cerca

Pato, il genero scomodo Milan non sa più che farci

Dopo il 15esimo infortunio in due anni, il Papero fuori tutta la stagione. Aveva visto giusto Galliani, ma Berlusconi si oppose alla sua vendita

Pato, il genero scomodo Milan non sa più che farci

Mischiare famiglia e affari, si dice, può non essere una buona idea. Se ne stanno rendendo conto al Milan con il caso Pato. L'attaccante brasiliano, giocando appena quattordici minuti, martedìal Camp Nou ha subito il quindicesimo infortunio muscolare in poco più di due anni. E' fuori per tutta la stagione, ma anche il suo futuro meno prossimo appare alquanto incerto. Specialisti di mezzo mondo, consultati, non hanno saputo trovare una soluzione, compreso quel professor Carrick che la scorsa settimana aveva visitato Pato in Florida. Quel che si può dire è che ci aveva visto giusto Adriano Galliani, quando alcuni mesi fa aveva messo sul mercato il Papero per avere dal Paris Saint Germain Carlos tevez. Ma berlusconi si era opposto alla sua cessione e in tanti videro dietro quel "veto" la risposta compiacente a un desiderata della figlia Barbara, legata setimentalmente a Pato. Ora, in queste condizioni, l'ex stella del Milan chi la vorrà più (Barbara Berlusconi a parte)?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    05 Aprile 2012 - 19:07

    Una bella storia d'amore non può essere sporcata da pettegolezzi provinciali e trogloditi. Un conto è la collocazione sul terreno di gioco e l'integrità fisica, altro è la sua vita privata. Cosa fanno fuori dal terreno di gioco i calciatori è una loro questione privata. Se l'innamoramento non è di convenienza, allora si deve solo pensare ad una bella favola dove il dipendente sposa la figlia del padrone! I tifosi milanisti hanno profondo rispetto delle altrui libertà. Neppure Ronaldinho, che viene criticato persino in Brasile, al Milan era stato vessato dai gossip. Figuriamoci se lo si fa' con un ragazzo di 22 anni che i tifosi sperano torni ad essere, al più presto, quello che aveva dimostrato sin dalla sua prima apparizione in maglia rossonera. Gli sportivi non possono che augurare la migliore guarigione possibile a questo ragazzo. Poi non importa se la sua carriera non proseguirà nella squadra del 'suo amore'. Auguri Alexandre e spero tu possa tornare presto in campo!

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    05 Aprile 2012 - 17:05

    farà le televendite per i materassi insieme a mastrota.

    Report

    Rispondi

blog