Cerca

Ambulanza bloccata dall'auto della polizia: ritardi nei soccorsi, Comune apre indagine

Morte Morosini, minuti fatali: il mezzo dei vigili urbani parcheggiato davanti all'ingresso dello stadio. Barella portata dai giocatori

Ambulanza bloccata dall'auto della polizia: ritardi nei soccorsi, Comune apre indagine

Un'auto dei vigili urbani ha ostacolato l'ingresso nello stadio di Pescara dell'ambulanza: un ritardo di qualche minuto, forse fatale perché Piermario Morosini è morto. E' già polemica sui soccorsi al centrocampista del Livorno deceduto per un arresto cardiaco al 31' della partita contro i padroni di casa del Pescara: raggiunto dai medici ancora cosciente, si è cercato di rianimarlo per un'ora e mezza ma non c'è stato nulla da fare. Il cuore di Morosini ha ceduto prima dell'arrivo all'ospedale, poco prima delle 17.

 



Minuti fatali
- Questione di minuti, forse. E proprio per questo il caso dell'auto dei vigili urbani parcheggiata davanti all'entrata fa ancora più rumore, tanto che da fonti dell'amministrazione pescarese si fa sapere che il Comune aprirà un'indagine interna e collaborerà con la giustizia. Per spostarla i vigili del fuoco hanno dovuto rompere il deflettore, togliere il freno a mano e spingerla lontano. A confermare che una vettura ostruiva l'ingresso in campo è stato anche l'ad del Pescara Danilo Iannascoli, mentre il portiere degli abruzzesi Luca Anania, in lacrime, ha commentato: "Ci sono stati momenti di grande confusione e mi è sembrato di capire che c'è stato anche qualche attimo di ritardo nei soccorsi, perché ci hanno detto che l'ambulanza non poteva entrare sul terreno di gioco perché l'ingresso era ostruito da un'altra macchina. Alcuni miei compagni hanno portato la barella a mano fino all'ambulanza". Il primario dell'Ospedale Santo Spirito di Pescara Leonardo Paloscia ha invece spiegato come Morosini non abbia mai ripreso un battito:"Da quando sono arrivato io non ha mai dato un cenno di ripresa né di respiro e né di battito. Quando sono arrivato io era tutto fermo. La causa? Non si può dire, penso che tutto sarà rinviato all'esame autoptico. Ritardi? Se si intendeno 30 secondi non è quello, il medico del Livorno ha effettuato subito il massaggio cardiaco".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    15 Aprile 2012 - 01:01

    licenziarlo all'istante e farlo processare per i danni che provoca alla societa' . Che sia una lezione contro i privilegi che questi imbecilli si prendono. Chi sbaglia paga, senza se e senza ma.

    Report

    Rispondi

  • liberalettera

    14 Aprile 2012 - 21:09

    Poi se lasci la macchina con le 4 frecce in doppia fila per prendere le sigarette al distributore... ti strappano la patente ti confiscano il mezzo e ti pignorano la casa. Ma loro... loro possono , in barba alle più semplici norme di sicurezza e buon senso!

    Report

    Rispondi

blog