Cerca

"Moro", vigile si autosospende Pm: è omicidio colposo

I pm: nessuna rilevanza sull'auto del vigile che ha bloccato l'ingresso dell'ambulanza allo stadio di Pescara. La fidanzata: "E' morto felice"

"Moro", vigile si autosospende Pm: è omicidio colposo
Sulla morte di Piermario Morosini, il 26enne centrocampista del Livorno stroncato sabato sul campo del Pescara da un attacco cardiaco (ma si fa strada l'ipotesi di un aneurisma) i pm di Pescara apriranno un fascicolo contro ignoti per "omicidio colposo". Ma l'auto dei vigili urbani parcheggiata davanti all'ingresso dello stadio, che ha causato l'ingresso sul campo di gioco in ritardo dell'ambulanza, "non ha avuto rilevanza". In poche parole: non è stata decisiva per la morte dello sfortunato calciatore (orfano di madre e padre, con un fratello suicida e una sorella con handicap a carico), le cui condizioni sono apparse subito gravissime nonostante il soccorso immediato di medici e massaggiatori a bordo campo, che hanno tentato di rianimarlo con massaggi cardiacie e respirazioni artificiali. Morosini era giunto già senza vita all'ospedale di Pescara.

 

 

Lo strazio della fidanzata - La consolazione sui ritardi nei soccorsi dell'ambulanza non decisivi non può diminuire lo strazio dei familiari di Piermario. La fidanzata del giovane calciatore, Anna Vavassori, domenica sera è stata chiamata al riconoscimento del cadavere. "Era bellissimo, sembrava dormisse - ha detto in lacrime -. Sono sicura che è andato via felice". La madre della ragazza ha ricordato Piermario: "Non c'è rabbia, assolutamente. E' capitato perché doveva capitare. Era una persona bella, umile. Il ricordo più bello? Il suo sorriso, nonostante ogni tanto avesse un velo di tristezza nei suoi occhi grandi. Non è stato difficile volergli bene da subito".


Vigile si autosospende - Nonostante i pm abbiano escluso ogni responsabilità sulla morte di Morosini da parte del vigile che ha parcheggiato incautamente l'auto davanti allo stadio, l'agente stesso si è detto "preoccupatissimo e in stato di choc", secondo quanto riferito dal comandante della Polizia municipale di Pescara, Carlo Maggitti. Il vigile inoltre ha deciso di autosospendersi. Secondo il regolamento interno di Polizia municipale per   il vigile si profila una sospensione dal lavoro da un minimo di 11   giorni ad un massimo di 6 mesi.  Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ha annunciato: "Avvieremo un procedimento per assumere dei provvedimenti equi ma inflessibili" nei confronti del vigile urbano. E dal Pescara Calcio fanno sapere che quella fatale di sabato non era la prima volta che un auto della polizia municipale veniva parcheggiata in divieto di sosta davanti all'ingresso dello stadio. E nel caso specifico, secondo indiscrezioni raccolte dall'Ansa, gli steward avrebbero chiesto al vigile di spostare l'auto, ma questi non si sarebbe curato più di tanto adducendo motivi di servizio.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tunnel

    17 Aprile 2012 - 11:11

    Ha ragione BRUGGERO, se fosse stato un cittadino qualsiasi a lasciare l'auto in divieto di sosta d'avanti allo Stadio, sarebbe veramente rovinato....perciò il Vigile Urbano,và processato e condannato. Poi io vorrei chiedere a tutte le autorità competenti, al Presidente del Livorno, agli organizzatori e accompagnatori della Società, di spiegarci perché l'ambulanza era fuori lo Stadio e non dentro lo Stadio sulla pista, permettendo così un più celere intervento in caso di bisogno, se era dentro il suo tempo di entarta in campo era di pochi secondi e non di oltre 8 minuti e chi lo sà se il poveretto poteva salvarsi? E' chiaro che a questo punto,tutti ti dicono di nò é chiaro no?

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    16 Aprile 2012 - 19:07

    Il buonismo permette tutto, siamo tutti uguali e ognuno fa i 'azzi sua. Il vigile solo una leggerezza, promuoviamolo subito così non dovrà soffrire. Invochiamo l'intervento promotore di Re Giorgio. Asvedommia

    Report

    Rispondi

  • remo55

    16 Aprile 2012 - 18:06

    Qualcuno dovrebbe ricordare ai pm che quell'entrata allo Stadio o uscita è una uscita di sicurezza e pertanto deve essere libera da qualsiasi cosa o oggetto. Se ci sono delle responsabilità del vigile urbano, anche lui deve essere perseguito. Si legge sul giornale che il Vigile era in servizio. Bene, ma dove stava se la macchina era chiusa ? Non è abbandono dal luogo di lavoro ?

    Report

    Rispondi

  • bruggero

    16 Aprile 2012 - 13:01

    Se, l'auto, fosse stata la mia, ora sarei ..............................rovinato!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog