Cerca

Cannabis: Siulp d'accordo con Cantone, legalizzare conviene

0
(AGI) - Roma, 18 ago. - "Sono pienamente d'accordo con Raffaele Cantone". Felice Romano, segretario generale del Sindacato italiano unitario lavoratori polizia, condivide l'apertura alla legalizzazione delle droghe leggere fatta dal presidente dell'Autorita' nazionale anticorruzione. "In primo luogo - spiega Romano - si tratta di sostanze che oggi sono utilizzate anche con finalita' terapeutiche, tanto che la cannabis viene coltivata negli stabilimenti dell'Esercito italiano: se somministrate attraverso il circuito delle farmacie sarebbero meno pericolose e non conterrebbero quegli additivi chimici e inquinanti che fanno piu' danni dello stesso principio attivo. In secondo luogo, Darwin insegna che a sopravvivere non e' la specie piu' forte o piu' intelligente, ma quella che sa adattarsi meglio ai cambiamenti: oggi la microcriminalita', o criminalita' diffusa, e' alimentata soprattutto dai giovani che proprio per procurarsi queste sostanze si rivolgono al mercato nero e commettono reati come furti, scippi e rapine, i piu' odiosi nel sentire comune". Per il segretario del Siulp, quindi, "la 'legalizzazione intelligente' di cui parla Cantone garantirebbe almeno tre effetti positivi: assicureremmo la tutela della salute di chi ne fa uso, attraverso un maggiore controllo medico; non alimenteremmo la criminalita' organizzata, che reinveste i proventi del traffico anche infiltrando attivita' illegali; alleggeriremmo il lavoro delle forze di polizie e dei tribunali che oggi sono soffocati dalla necessita' di perseguire reati che alla fine non producono nemmeno condanne". (AGI) Bas

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media