Cerca

Fino a 1 milione di bustine l'anno dal reparto self-service ortofrutta di un ipermercato

Sostenibilita

0

Roma, 13 apr. (Adnkronos) - Quando si parla di inquinamento da plastica si pensa subito agli shopper monouso, quelli consegnati alle casse dei supermercati ai quali sono state dedicate azioni concrete e campagne di sensibilizzazione. In pochi, però, tengono conto delle buste di plastica che si è obbligati ad utilizzare nel settore self- service ortofrutta della grande distribuzione, un problema da non sottovalutare stando alle stime realizzate dalla campagna "Porta la Sporta".

Secondo questi dati, infatti, un piccolo supermercato può arrivare a distribuirne in un anno circa 220.000 pezzi, uno medio-grande può arrivare ad un consumo tra i 310-500 mila pezzi e un ipermercato con superficie oltre ai 4500 mq può arrivare a distribuirne oltre 1 milione di pezzi l'anno. Tutta plastica che si potrebbe risparmiare utilizzando un semplice retino in cotone riutilizzabile e lavabile.

A chiedere l'adozione del retino alla grande distribuzione è la campagna "Mettila in rete", che invita i consumatori a firmare la petizione per avere il retino nel proprio supermercato di riferimento. Gli esiti della petizione verranno resi noti alle direzioni delle insegne in occasione della settimana nazionale "Porta la sorta" tramite comunicazioni personalizzate e con la diffusione di un comunicato stampa lanciato congiuntamente alle associazioni partner della campagna. Allo stesso modo, viene lanciato un appello ad aderire all'iniziativa attivando degli esperimenti pilota in alcuni punti vendita.

Nel concreto, si tratta di dedicare una bilancia del reparto ortofrutta ai prodotti da pesare utilizzando il retino riutilizzabile, del peso di circa 20 grammi, che i cliente si porta con sé, o predisporre un doppio percorso di pesatura (sacchetto e retino) o attrezzare la zona di pesatura in modo che i clienti possano pesare i prodotti sfusi con l'ausilio di cestini e spazi adatti allo scopo. L'adesione all'iniziativa da parte della Gdo potrebbe rappresentare un passo deciso nella direzione della sostenibilità e, allo stesso tempo, ridurre la spesa destinata all'acquisto delle bustine usa e getta.

A Spoleto, il gruppo Gabrielli ha aderito alla campagna "Mettila in rete" attraverso il punto vendita ad insegna Maxi Tigre. Durante la settimana Porta la Sporta nel reparto ortofrutta verranno distribuiti retini ai clienti e per i due mesi successivi a chi si presenta alle casse con frutta e verdura nel retino verranno caricati punti omaggio sulla fidelity card utili alla raccolta punti del catalogo premi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media