Cerca

Aumenta il patrimonio 'verde' italiano

Sostenibilita

0

Roma, 17 apr. - (Adnkronos) - Il patrimonio forestale italiano, rispetto a 20 anni fa, è aumentato sia in termini di superficie che in termini quantitativi e di particolare rilievo è anche la quantità di carbonio contenuta nei suoli forestali. Sono questi alcuni dei principali dati che emergono dall'ultimo inventario nazionale delle foreste e dei serbatoi forestali di carbonio (Infc) del Corpo forestale dello Stato, realizzato con la consulenza scientifica del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura - Unità di ricerca per il monitoraggio e la pianificazione Forestale (Cra-Mpf) di Trento. "I risultati dell'indagine sul contenuto di carbonio nei suoli forestali saranno illustrati - informa una nota della Forestale - in una conferenza stampa in programma giovedì alle 9.30 presso Palazzo Rospigliosi a Roma".

"Saranno presenti - prosegue la nota - Mario Catania, ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Corrado Clini, ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Cesare Patrone, capo del Corpo forestale dello Stato, e Giuseppe Alonzo, presidente del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura. Al centro dell'evento le foreste italiane a 20 anni dalla Conferenza sull'ambiente di Rio de Janeiro - si precisa - e il loro fondamentale ruolo di contenitori naturali di carbonio, nel raggiungimento dell'obiettivo fissato dal Protocollo di Kyoto, strumento operativo vincolante della Convenzione quadro sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite".

"Lo scopo del Protocollo - si spiega - è quello di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra su scala globale al fine di contenere l'innalzamento della temperatura del pianeta e i relativi cambiamenti climatici in corso, determinati dall'aumento della concentrazione dei gas. Alla conferenza interverranno, inoltre, Enrico Pompei, responsabile dell'Infc, Patrizia Gasparini ed Enrico Gregori del Consiglio per la ricerca in agricoltura, e Bernardo De Berardinis dell'Ispra.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media