Cerca

Guardie di finanza

Salumiere regala un panino a un disabile e gli fanno la multa. Ecco perché

Salumiere regala un panino a un disabile e gli fanno la multa. Ecco perché

Un salumiere di Marigliano (Napoli) ha regalato un panino ad un disabile e gli è stata fatta una multa. Il suo era un gesto fatto col cuore, un dono dal qualche non aveva guadagnato neanche un euro, eppure la finanza ha deciso di multarlo ugualmente. Salvatore Picardi, questo è il suo nome, ha dovuto pagare la multa perchè accusato di non aver emesso lo scontrino fiscale. La normativa prevede il pagamento di una somma tra i 150 e i 2500 euro. Il salumiere si giustifica: "Ho fatto solo un gesto di cuore, continuerò a regalare qualcosa a Gigi, che, ormai, è diventata una persona di famiglia".

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bizio49

    19 Febbraio 2015 - 17:05

    si dovrebbe meglio regolamentare lo scontrino fiscale dando la possibilità di fare la battuta di cassa come merce indisponibile o in distruzione, considerando una percentuale del prodotto a disposizione del negoziante, l'osso del prosciutto viene scartato cosi i ritagli e la cotica, nessuno cavilla su quanto scarto c'è, basta emettere lo scontrino a costo 0 euro.

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    19 Febbraio 2015 - 10:10

    la multa era dovuta al fatto che c'era del salame nel panino.Se domani questo salumiere offrisse un panino come questo a un migrante mussulmano, potrebbe scatenare l'ira di quest'ultimo per provocazione bella e buona.Quindi e` un comportamento scorretto e offensivo.Si potrebbe intendere che il salumiere, razzista volesse escludere e discriminare delle persone, ed e` sbagliato.Bravi!,

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    19 Febbraio 2015 - 10:10

    la multa era dovuta al fatto che c'era del salame nel panino.Se domani questo salumiere offrisse un panino come questo a un migrante mussulmano, potrebbe scatenare l'ira di quest'ultimo per provocazione bella e buona.Quindi e` un comportamento scorretto e offensivo.Si potrebbe intendere che il salumiere, razzista volesse escludere e discriminare delle persone, ed e` sbagliato.Bravi!,

    Report

    Rispondi

  • francoruggieri

    19 Febbraio 2015 - 09:09

    Contrariamente alla "Benemerita" la "Benestante", cioè la GdF, si fa forte con i deboli. In Campania, dove il crimine impera, la Benestante si scaglia contro un gesto di carità. E' pur vero che con le leggi che abbiamo non vale la pena darsi da fare contro i veri criminali: quelli dopo due giorni sono fuori un'altra volta. Cheppaesedimmerda!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog