Cerca

I DO IN ITALY

Chiamami col tuo nome – Un film da Oscar Girato nella Campagna Lombarda

Il racconto è ambientato in Italia tra Crema e Cremona, una zona pianeggiante tra canali e coltivazioni. Forse non molto conosciuta ma assolutamente affascinante.

21 Marzo 2018

0
Chiamami col tuo nome – Un film da Oscar Girato nella Campagna Lombarda

Il film "Chiamami col tuo nome", del regista palermitano Luca Guadagnino, conquista la statuetta per la migliore sceneggiatura non originale agli Oscar 2018.

Il film, girato nella campagna lombarda, è tratto dell'omonimo romanzo di André Aciman, racconta un'estate italiana in cui il giovane Elio, interpretato da Timothée Chamalet, vivrà le sue prime esperienze sentimentali dopo l'incontro con uno studente americano, Oliver (Armie Hammer).

Il racconto è ambientato in Italia tra Crema e Cremona, una zona pianeggiante tra canali e coltivazioni. Forse non molto conosciuta ma assolutamente affascinante.

Questa è l’Italia più vera dove le tradizioni si sentono in modo forte e deciso, le persone parlano ancora il dialetto ed i cibi sono ancora quelli di una volta.

Un intreccio di fiumi, un insieme inconsueto di acque in un suggestivo paesaggio nel cuore della valle del Po: è questa la provincia di Cremona.
Situata in prossimità della Riva sinistra del Po, Cremona si trova al confine tra la Lombardia e l’Emilia Romagna ed ha un territorio delimitato dalle acque dei fiumi Adda, Oglio, parte del Serio ed il  Po. 
La provincia presenta vaste pianure, interrotte da boschi e ampi prati che grazie all’opera di canalizzazione svolta dagli abitanti nei secoli passati ha trasformato il territorio in una grande campagna fertile ed una terra adatta per l’agricoltura.

Alla bellezza dei luoghi antichi si unisce quello unico e suggestivo delle acque dei fiumi ingentiliti dai lunghi filari di pioppi. Ambiente e natura sono volutamente protetti dai cremonesi nel parco del Serio, in quello dell’Oglio, nella tenuta del Boscone e nell’oasi le Bine. 
Navi da crociera e navi fluviali consentono la navigazione del Po, e l’escursione può continuare con le visite guidate alle città . Sicuramente suggestiva e particolare come soluzione è affittare un pontoon, una vera e propria casa galleggiante con cui navigare sul Po. Inoltre il visitatore avrà a disposizione veri itinerari ciclistici che renderanno unica l’immersione nella natura padana. 

Uno di questi è legato al “Circuito Città Murate e Castellate”,  località della provincia che hanno in comune la cinta muraria e i castelli. 
Le località di Crema, Soncino, Pizzighettone, alcune di quelle che fanno parte del circuito, sono collegate da una pista ciclabile che si snoda su un percorso protetto.

La cucina cremonese mette in tavola i sapori della tradizione agricola: i salumi e gli insaccati,  tra cui il noto salame profumato all’aglio, il cotechino da accompagnare alle lenticchie, il culatello e tutti i tipi di prodotti provenienti dall’allevamento di suini. 

Prodotto tipico è anche la mostarda, attestata in questo territorio fin dal Medioevo, che prevede l’uso di frutta candita a tocchi grandi o interi con l’aggiunta di senape e di mosto addensato dalla cottura. La mostarda ben si accompagna ai ricchi piatti di carne lessata, dal manzo alla gallina nostrana. Tipici i tortelli cremaschi, con un fondo leggermente dolce, il formaggio Salva, la Bertolina, una focaccia dolce con l’uva e il dolce tipico la Spingarda. 
Dalle antiche e nobili origini è il dolce di questo territorio, il torrone che, si narra, deve la sua origine ai grandi festeggiamenti organizzati nel 1441 per il matrimonio di Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza. 

Le belle immagini del film, le infinite possibilità che offre il territorio e la gustosa cucina spero Vi inviti a visitare questi luoghi e a viverli sino in fondo perché questa è l’Italia più vera.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media