Cerca

A Roma

La confessione di Marchini: "Ho fallito nel matrimonio"

Alfio Marchini si è confessato davanti a Gaetano Quagliariello e ai cattolici arrivati al Tempio di Adriano a Roma per sentirlo, e per la prima volta ha citato anche la sua vita personale. "Ho fallito nel matrimonio - ha detto il candidato sindaco di Roma - ma questo non significa che non creda nel matrimonio. Anzi, credo che sia la cellula fondante della società, e lo ripeto sempre ai miei 5 figli". È un Marchini ispirato, e un pizzico filosofo. Così parla della felicità "che non è mai personale e solitaria, ma possibile solo con un legame", e della libertà, che anche questa passa attraverso un progetto con altri. Metafore di una società che ha perso radici e appartenenza, che però gli servono a parlare di Roma: secondo lui i romani quelle radici hanno ancora nei propri quartieri. Per questo Marchini vuole partire da lì... 

di Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    14 Maggio 2016 - 20:08

    Libero non perde occasione per cercare di tirare la volata a Marchini. Bechis, ma che minchia fai ?

    Report

    Rispondi

  • nick2

    14 Maggio 2016 - 20:08

    Sì, bravo, e con quale mezzo si presenta in questi quartieri? Con la Panda (attenzione, porta male) o con la Ferrari grigia che non usa quando va dai poveracci per non ostentare ricchezza? E cosa racconta? “Il matrimonio è indissolubile e cellula fondamentale della società, ma io l’ho dissolto” e “Se mio figlio si fosse fatto le canne non sarebbe uscito dal coma”. Buffone!

    Report

    Rispondi

blog