Cerca

mafia capitale

Franco Bechis, Buzzi si tradisce: "Noi del Pd..."

0

Nel suo lungo interrogatorio, durato ben 4 sedute del processo di Mafia Capitale, Salvatore Buzzi rivela molti episodi nuovi. E a forza di parlare il gran corruttore di Roma tradisce anche la sua fede politica. Non mancava mai a un appuntamento ufficiale del Pd anche da quando a guidarlo era arrivato Matteo Renzi. A sentire lui, era stato proprio Buzzi a immaginarsi il ticket Renzi-Martina, anche se per lui era una sorta di unione culinaria. Infatti racconta una cena allo stesso tavolo con il ministro dell'Agricoltura, Maurizio Martina (c'erano però una ventina di esponenti Pd), e poi una cena in onore di Renzi che lo ha visto protagonista anche se i soliti consiglierti comunali di Roma del partito lo assediavano per sapere quando avrebbe pagato le tangenti. Buzzi svela al processo la sua presenza anche il 22 maggio 2014, al comizio di Renzi in piazza del Popolo a Roma che chiudeva la campagna elettorale per le europee. Al gran corruttore di Mafia Capitale scappa: "Noi del Pd eravamo tutti lì". Ma anche in questo caso il poveretto non ha potuto godersi in pace il Renzi show: c'era il Pd romano Mirko Coratti che reclamava la sua parte di tangente e così ha dovuto sedersi con lui al bar Canova di piazza del Popolo e parlarne...

di Franco Bechis

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media