Cerca

Mai visto prima

Ruba il microfono e insulta i telespettatori

Charlotte, un ragazzo spinge via la cronista. Poi lo show: viene arrestato

Un uomo di Charlotte, Stati Uniti, è stato arrestato dopo aver 'rubato' in diretta televisiva il microfono a una reporter dell'emittente WMBF e aver inondato i telespettatori di ingiurie, imprecazioni e parolacce. La cronista Ashley Taylor si trovava su un marciapiede nel cuore di Myrtle Beach: in un collegamento delle 23, ora locale, parlava dell'escalation della criminalità nel quartiere, quando è stata spinta via con forza dall'uomo che si è impadronito del microfono. Il ragazzo, Justin Moore, 20 anni, è stato poi rintracciato e arrestato dagli agenti di polizia ed è stato rilasciato dopo il pagamento di una cauzione di 1.400 dollari. 

charlotte, stati uniti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    26 Aprile 2012 - 02:02

    popolo caotico e progressista, un vero schifo.

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    25 Aprile 2012 - 13:01

    il paolini americano strafattone, arrestato poco dopo la bravata, mostrato al tg con foto da serial killer con tanto di servizio del genere "ora i bravi e onesti lavoratori americani possono dormire tranquilli"... It's the american way!

    Report

    Rispondi

blog