Cerca

la provocazione

Terry Jones, il sacerdote che brucia il Corano e Maometto è tornato a colpire

Il gesto per ottenere la liberazione di un pastore cristiano. Già nel 2011 diede fuoco al libro sacro dei musulmani suscitando reazioni di vendetta

Il provocatore è tornato. Terry Jones, il sacerdote evangelico diventato famoso per aver bruciato il Corano e le immagini del profeta Maometto, l'ha fatto di nuovo. Domenica pomeriggio di fronte ad una chiesa a Gainesville, in Florida, Jones ha tenuto una sorta di comizio. In piedi davanti a un platea di una ventina di persone ha preso il libro sacro islamico e lo ha gettato nelle fiamme. Il gesto dovrebbe, nelle sue intenzioni, servire a liberare Youcef Nadarkhani, pastore cristiano condannato a morte in Iran. Ma l'effetto potrebbe essere molto diverso. Il rogo è stato ripreso da un cellulare e postato su Youtube. Il video sta facendo il giro del web scatenando molte reazioni. Il Ministero degli Esteri iraniano ha dichiarato: "L'azione mostra il fallito progetto dell'Islamofobia".

Il gesto - Terry Jones non è nuovo a simili gesti. Nel marzo 2011 aveva bruciato una copia del Corano ed aveva diffuso la cerimonia su Internet. Le immagini provocarono numerose violenze nel nord dell'Afghanistan, con la morte di 12 persone. Proprio per questo il Pentagono avrebbe esercitato senza successo delle pressioni sul pastore per impedire il suo gesto estremo. 

gainesville

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zainab

    15 Novembre 2012 - 21:09

    Terry jones bastardo sei il diavolo in persona,il giorno del giudizio brucerai tra le fiamme del inferno e nessuno verra a salvarti e voglio proprio vedere dove andra a finire il tuo coraggio,prima di giudicare l'islam imparate a giudicare la vostra religione non si puo certo dire che siate dei buoni cristiani,volevo vedere io se facciamo noi una cosa del genere alla bibbia e tutti a farci subito la guerra,fratelli e sorelle musulmani dobbiamo unirci a difendere l'islam da certa feccia non dobbiamo dimenticare che il giorno del giudizio davanti a allah e al nostro amato profeta hazrat Muhammad sallallahu alaihi wa sallam dovremmo rispondere dei nostri sbagli.orgogliosa di essere musulmana.un ultima cosa mi faro proprio delle belle risate quando vi vedrò bruciare al inferno e ricordate cosa ha detto Gesu che è un grande profeta anche per noi non giudicare e non sarai giudicato ed è quello che fate voi contro noi musulmani.a morte terry jones e le persone come lui.Islam zindabad

    Report

    Rispondi

  • incolore

    02 Maggio 2012 - 10:10

    se proprio cerchi notorietà condisci il falò almeno con un paio di talebani

    Report

    Rispondi

  • cignoblu

    02 Maggio 2012 - 07:07

    vi preoccupate e vi intimorite x un gesto simbolico nei confronti di chi non si limita a bruciare un libro ... ma addirittura brucia le persone , comprese donne e bambini, quando sono in chiesa a messa ? manderei voi a vivere con i vs fratelli talebani.... le crociate sono vicine ! ! !

    Report

    Rispondi

  • zucchetto

    01 Maggio 2012 - 12:12

    La prima sventurata manifestazione contro l'Islam è costata molte vittime e quel pazzo ci riprova, perché si sente sicuro a casa sua e non pensa ai soldati che sono in Afganistan. Suggerirei di mandarlo a bruciare quello che vuole a Kabul e senza scorta. zucchetto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog