Cerca

Orrore

Il traffico di carne umana in capsule

Dalla Cina verso la Corea del Sud: da agosto scoperti 35 tentativi

La Corea del Sud ha annunciato che rafforzerà i controlli alle dogane nel tentativo di fermare il macabro traffico di capsule contenenti carne umana in polvere provenienti dalla Cina. Le indagini sono in corso: dalla scorso agosto scoperti 35 tentativi di contrabbandare le capsule dell'orrore.

corea del sud

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    04 Marzo 2015 - 15:03

    non è che queste schifezze arrivano all'Expo per far conoscere nuovi modi di mangiare, in questo caso, made in China? Quanti pericoli in nome della globalizzazione andiamo incontro. Già d'adesso, quando sento parlare dell'Expo, mi viene un senso di schifezza, chissà i visitatoti che schifezze si mangeranno. Poi la Cina semmai queste pillole smerciale in Corea del Nord che se morono de fame.

    Report

    Rispondi

  • v.

    11 Maggio 2012 - 11:11

    Se davvero il mondo dovesse finire alla fine dell'anno, cosa che purtroppo non accadrà, sarebbe solo un sollievo per chi in questo mondo non si riconosce più. ORRORE ORRORE ORRORE ORRORE ORRORE................... Che il cielo abbia pietà di noi, se glien'è rimasta.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    11 Maggio 2012 - 11:11

    Ti sei mai chiesto come fanno a campare quando gli Italiani falliscono e chiudono? Per accordi governativi hanno il pagamento delle tasse al 50%rispetto ad un italiano,hanno piena libertà di fare i prezzi che vogliono senza essere accusati di concorrenza sleale...Gli accordi governativi?Sono quelli presi unilateralmente dalla CINA.Motivo?Hanno in mano quote elevatissime del nostro debito pubblico.Quindi se ti va così..bene,se non ti va ti vendo tutti i tuoi titoli di Stato in mio possesso e ti faccio fallire...In parole povere siamo sotto ricatto....Qualcuno si è mai chiesto perchè ogni tanto una delegazione governativa Italiana parte e va a Pechino?

    Report

    Rispondi

  • allianz

    11 Maggio 2012 - 11:11

    In Cina ho lavorato per un buon periodo di tempo in zone rurali poste al Nord...Vivevamo in un campo/cantiere attiguo ad un altro la cui nazionalità era tutta cinese.Per due volte al mese(se ricordo bene al giovedi' ed al martedi di ogni mese)nell'ospedale dela città vicina facevano gli aborti.Questo ci veniva detto dagli stessi cinesi,ed inoltre ci facevano presente che la legge proibiva ufficialmente l'utilizzo di feti per la produzione di cosmetici ed il consumo alimentare.Pero'bastava pagare l'ospedale ed il gioco era fatto.Si vociferava che appunto i feti se li mangiassero senza problemi.Ed in effetti,parecchi di loro venivano a vivere nel nostro campo.....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog